SARONNO – La decisione è presa: la palestra dell’ex scuola Pizzigoni di via Parini a Saronno sarà uno degli hub vaccinali individuati da Regione Lombardia per le somministrazioni dei vaccini che ci permetteranno di sconfiggere il covid-19. Qualche settimana fa l’Amministrazione comunale saronnese aveva messo a disposizione di Ats Insubria gli spazi della palestra che già aveva ospitato le vaccinazioni anti-influenzali, ritenuta quindi idonea anche per la fase vaccinale più importante di tutta la lotta alla pandemia, ovvero quella che riguarderà la popolazione tutta e che, nelle previsioni di Regione Lombardia, dovrebbe concludersi a giugno con la copertura di 6 milioni e mezzo di lombardi.

Nel pomeriggio di ieri è stato lo stesso Guido Bertolaso, consulente per l’emergenza Covid-19 del Pirellone, in una telefonata al termine della Conferenza dei sindaci, dedicata all’illustrazione del piano vaccinale regionale, con il sindaco Augusto Airoldi a confermare la decisione di utilizzare la palestra dell’ex scuola, dove verranno allestite cinque postazioni mediche per la vaccinazione, a regime, di 690 persone al giorno. I saronnesi potranno così vaccinarsi a Saronno e la nostra città sarà punto di riferimento anche per i Comuni limitrofi. “Non è ancora stata stabilita la data di avvio delle vaccinazioni di massa della fase 2 – ha spiegato il primo cittadino di Saronno – ma noi ci faremo trovare preparati e organizzeremo lo spazio antistante la struttura affinché possa essere idonea al passaggio e alla sosta di veicoli. Bertolaso ha assicurato che verrà migliorata e potenziata la piattaforma per le prenotazioni, così da agevolare i cittadini”. “Al termine della telefonata” – ha concluso Airoldi – Bertolaso si è detto interessato a venire a Saronno di persona a visitare la struttura e io l’ho invitato, qualora possibile, per il giorno dell’inaugurazione”.

04032021

9 Commenti

  1. Un bel significato finalmente. Gent.mo sig. Sindaco già che c è non può chiedere anche per la situazione dell’ospedale?

  2. Come sempre, piuttosto che niente meglio piuttosto!
    Saronno avrà uno degli hub più piccoli tra tutti quelli identificati in Lombardia.
    Era impossibile valutare che si, il palazzetto dello sport di Gerenzano, la tensostruttura di Uboldo o almeno il Palazzetto Ugo Ronchi di Saronno?!?
    Tutte opzioni generose anche in termini di parcheggio a disposizione……
    Andiamo avanti così…….facciamoci del male….
    Saluti e grazie

  3. Il problema non è attivare la macchina organizzativa, ma è il reperire la benzina x farla muovere ergo servono Vaccini! Diciamo grazie alla ceca retorica Europea, purtroppo l‘Europa una volta di più ha mostrato la sua inadeguatezza, basta prendere il Regno unito come esempio, visto che bisogna anteporre la salute all‘economia allora mi senti di dire che la Brexit e‘ stata come la manna dal cielo…per gli Inglesi però che dai primi di Gennaio, certificata l‘Uscita dall‘unione si son messi sotto a comprare vaccini, risultato -80% di casi in poche settimane, se vogliamo guardare oltre oceano allora giardiamo gli stati Uniti che a seguito dell‘insediamento di Biden avvenuto solo poche settimane fa son partiti con una campagna faraonica di vaccinazioni e anche li -75/80% di ricoveri gia dalla prima dose…mentre in Europa siamo qua a fare gli aristogatti azzeccagarbugli sconclusionati

  4. Sarebbe una delle prime cose che fa la regione in grazia di dio… sempre che la mettano in condizione di funzionare bene

  5. Airoldi the King
    Prima il punto covid all’ex bocciodromo
    Ora anche il punto vaccini covid a Saronno!
    Bene cosi

    • Si tratta del piano vaccini regionale organizzato da Bertolaso , che ha chiesto dove poter fare i vaccini a Saronno oltre che all’ospedale , Airoldi ha dato la disponibilità della Pizzigoni

  6. Tutta Lombardia con la copertura di 6 milioni e mezzo di lombardi…e gli altri 3 milioni e mezzo? Intanto, è dal 18 febbraio che aspetto l’SMS di prenotazione per mia mamma ultraottantenne

Comments are closed.