SARONNO – Un post sulla pagina Airoldi sindaco creata nell’ultima campagna elettorale con una foto della nazionale azzurra che festeggia così il primo cittadino di Saronno fa il bilancio dei suoi sei mesi alla guida della città. (qui il post)

Ecco il testo integrale (i grassetti sono stati inseriti da ilSaronno per favorire la lettura)

Abbiamo vinto le elezioni 8 mesi fa: era il 5 ottobre dello scorso anno. Il 29 dicembre, meno di due mesi più tardi, abbiamo approvato un bilancio “tecnico” che ha evitato una delle peggiori sciagure che possano abbattersi sull’erogazione dei servizi ai cittadini: l’esercizio provvisorio.
Ottenuto questo risultato, ci siamo messi al lavoro, così come ci eravamo impegnati a fare in campagna elettorale: poco meno di sei mesi dopo quell’approvazione, può essere utile guardare al futuro con un primo, sommario, ancorché incompleto, bilancio.
In pieno tsunami della seconda ondata Covid-19 abbiamo attivato un punto tamponi ed un hot-spot per il pre-triage dei pazienti sospettati di Covid in collaborazione con la sanità di Regione Lombardia. Due mesi fa abbiamo attivato un hub vaccinale che, in queste settimane, ha vaccinato oltre 30.000 persone. Perché la salute dei nostri cittadini è la pre-condizione per qualsiasi ripresa economica e sociale e a loro abbiamo promesso una città attrezzata a combattere la pandemia.
Abbiamo dato il via al cantiere che sta consentendo il recupero della centralissima via Roma senza rinunciare alla frescura degli alberi che la abbelliscono da decenni, come invece previsto dal progetto di chi ci aveva preceduti. Perché abbiamo promesso ai saronnesi una città attrattiva. Una città migliore.
Abbiamo partecipato a bandi regionali e nazionali aventi a tema la rigenerazione urbana, il primo dedicato a Palazzo Visconti, per portare in città le risorse necessarie a restituirlo ai saronnesi, il secondo ai luoghi degli eventi e dello sport.
Con altri 18 Sindaci del territorio saronnese, che rappresentano circa 200 mila lombardi, il 1° febbraio 2021, ho sottoscritto una richiesta al Vice Presidente e Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, per chiedere la salvaguardia e il rilancio dell’Ospedale cittadino. Dopo oltre quattro mesi, quei 19 Sindaci di tutte le tendenze politiche, attendono risposta.
Con FNM abbiamo firmato un protocollo d’intesa che permetterà alla prima società di trasporto pubblico della Lombardia di investire in città 35 milioni di Euro nei prossimi tre anni. Un investimento in infrastrutture ferroviarie che porterà nuovi posti di lavoro a Saronno, un significativo miglioramento della vivibilità cittadina (tra cui la possibilità di attraversamento ciclo-pedonale dell’asse ferroviario senza dover più scendere nel sottopasso di via Primo Maggio), ma soprattutto, nessun intervento immobiliare speculativo. Nessuno. Perché già troppi hanno speculato sulla nostra città e noi abbiamo promesso ai saronnesi una città attrattiva e sostenibile.
Abbiamo sottoscritto un accordo con l’Accademia di Belle Arti di Brera che ci consente di fruire delle competenze e dell’esperienza di studenti e docenti dell’Accademia nell’organizzazione di mostre di livello nazionale ed internazionale al solo costo del rimborso delle spese vive. Perché siamo convinti che i saronnesi meritino proposte culturali di livello assoluto e abbiamo promesso loro una città dinamica e sconfinata.
Abbiamo aperto un tavolo di confronto con Ascom, incontrati più volte negli scorsi mesi, per recepire i bisogni e le istanze delle attività commerciali del territorio, per collaborare e costruire insieme la ripartenza. Abbiamo approvato una riduzione del pagamento dei canoni sugli immobili ad uso bar-ristorante di tre mensilità, pari cioè al 50% del periodo di chiusura registrato con il secondo lockdown, dopo aver deliberato una riduzione del 35% della quota variabile della Tassa rifiuti per tutte le utenze non domestiche. Inoltre abbiamo disposto una riduzione sul pagamento del rimborso spese dovuto al Comune da parte delle associazioni, pari a sei mensilità. Abbiamo inoltre disposto l’esonero del pagamento dei canoni dei Dehors per l’anno 2020. Perché il commercio di prossimità è una delle priorità del nostro programma.
Abbiamo lavorato all’attivazione dei centri estivi, per non lasciare sole le famiglie per la seconda estate consecutiva, pur nella consapevolezza delle restrizioni dovute alle normative anti-covid. Perché i nostri ragazzi sono la Saronno di domani e vogliamo aiutare le famiglie a crescerli anche tra tante difficoltà e abbiamo promesso loro una città amica.
Abbiamo attivato un tavolo di confronto e collaborazione con i Sindaci dei comuni di Caronno Pertusella, Turate, Origgio, Uboldo, Cesate, Rescaldina, Cislago, Solaro e Lainate sui temi della mobilità, della sostenibilità e della rigenerazione urbana. Perché Saronno non è un’isola e ci sono temi che non possono che essere affrontati assieme.
Abbiamo aderito alla rete RE.A.DY, perché la nostra Amministrazione è determinata a contrastare e superare qualsiasi discriminazione, ad iniziare da quelle basate sull’orientamento sessuale, anche in una chiave più ampia che riguarda le discriminazioni per età, disabilità, origine etnica e orientamento religioso.
Abbiamo rilasciato l’App “Municipium” che permette ai cittadini di inviare segnalazioni di disservizi, rimanere aggiornati sui servizi di igiene urbana e ricevere notifiche push sulle attività e gli eventi in città. Abbiamo anche attivato la piattaforma Civicam che permette di seguire le sedute di Consiglio comunale e quelle delle commissioni anche in differita. Perché la trasparenza ha bisogno di fatti concreti.
Da alcuni mesi abbiamo attivato il servizio Saronno Amica. Recentemente abbiamo sottoscritto una convenzione con diversi Gruppi Alpini del territorio, coordinati dal gruppo ANA di Saronno e stiamo per sottoscrivere un Patto di Collaborazione con il Comitato Fenice Matteotti, all’interno dell’iniziativa denominata Urbanismo Tattico.
Perché collaborare in modo efficace con i cittadini e le associazioni è un obiettivo chiaro del nostro programma elettorale e una Saronno amica passa anche da queste scelte.
Last but not least, come direbbero gli inglesi, porteremo in Consiglio comunale, entro l’estate, una variazione al bilancio tecnico approvato lo scorso dicembre dalla quale sarà molto chiaro che l’indirizzo amministrativo ed il modello di città della mia Amministrazione non ha nulla a che spartire con quelli dell’Amministrazione che ha perso le elezioni. Perché quel 5 ottobre scorso i saronnesi ci hanno chiesto una Saronno attrattiva, sostenibile, amica, dinamica, sconfinata e attrezzata. E a questo vogliamo continuare a lavorare. Perché c’è ancora molto da fare.

63 Commenti

  1. un lunghissimo comunicato per dire che è tutto uguale a prima, se non peggio, ma con tante belle parole… la strada è lunga, lunghissima è vero, e sarà lastricata di altri infiniti bla,bla,bla.
    Tipica amministrazione di sinistra, sappiamo noi come si fa, ve lo raccontiamo, ma non lo facciamo.

    • Ma che stai dicendo prima c’era il campo delle salamelle 1 milione buttato, oggi con pochi spicci si e’ organizzato un hub vaccinale. Giusto un esempio.

      • non è stato buttato nulla, il comune ha acquisito delle aree verdi a prezzo di mercato. mal che vada rimarrà un appezzamento a verde.

      • Ancora con sto hub…hanno messo a disposizione una palestra, come avrebbe fatto qualsiasi sindaco di qualsiasi colore.
        Infatti neanche lo nomina, praticamente.

  2. Lo stile Porro è purtroppo tornato… e la sua lunga ombra ci accompagnerà tristemente per i prossimi, lunghissimi 5 anni.

  3. ecco sindaco, passi in cso Italia e guardi come é ridotta, muri imbrattati, base delle colonne ridotte a latrine e, giá che c’é guardi in alto…il soffitto dei portici, una vergogna. Quando passa uno straniero – soprattutto del nord europa ( ogni tanto capita) – cosa crede che pensa di Saronno?

    • Come con Fagioli anzi era peggio. Poi se vuoi un’impresa di pulizie pronta ogni volta che un saronnese si comporta come un animale, sei anche disposto a pagare piu’ tasse? Sai il 3 volte Natale non esiste.

  4. Continui così Sindaco, continui con la coalizione…continuate a smuovere Saronno dal Suo lungo ventennale letargo per mettere fine al depauperamento e completare il rinnovamento.
    Le finalità sono innegabilmente corrette e chi sbandiera una presunta incompetenza è fortemente responsabile di aver portato Saronno in un profondo pantano.

  5. Nessuno , penso , abbia ad eccepire su quanto elencato, tuttavia il cittadino valuta ciò che vede giorno per giorno camminando e vivendo la città (covid permettendo) e l’impressione è che l’ordinaria amministrazione sia stata lasciata al caso. Parchi con erba altezza fienagione, segnaletica orizzontale sbiadita , segnaletica verticale divelta, arredo urbano mal manutenuto, caditoie stradali intasate, sacchi spazzatura lungo le banchine delle arterie stradali periferiche, ecc…. Sicuramente una quota di responsabilità per quanto sopra è da imputare alla dilagante maleducazione ed assenza di senso civico ( fallimento dell moral suasion) ma il resto …?. Penso che sia il compito degli amministratori (Sindaco ed Assessori) sensibilizzare i competenti uffici comunali su queste problematiche pur comprendendo che non facciano notizia ne tantomeno portino notorietà. Dispiace sottolineare che l’attuale amministrazione sembra non comprenda le reali concrete aspettative dei cittadini Saronnesi .

  6. Un Sindaco che si vanta delle cosine fatte, ma che non dice che non ci sono frizioni pesanti tra PD e OS. D’altra parte è un Sindaco allo sbando nel mare delle liste personali.

  7. Fare paragoni politici con chi ha amministrato in passato Saronno è un giochino strumentale superato e sterile, poco impattante con l’attuale realtà di una Comunità giovane e progressista che guarda al futuro di una città che è stata penalizzata e bloccata negli ultimi cinque anni da veti politici, condizionandone ogni sviluppo concreto. Criticare per la lungaggine dell’esposizione, dove il Sindaco ha sentito il dovere civico e responsabile di relazionare e aggiornare onestamente i suoi cittadini su ciò che questa sua Amministrazione ha realizzato in questi primi sei mesi, indica che il commentatore è poco incline ad analizzare obiettivamente le verità esposte ma al contrario evidenzia di possedere il vezzo del bastian contrario senza dire nulla. Avere il coraggio di affrontare pubblicamente ogni difficoltà che si presentano all’improvviso sul percorso amministrativo è un pregio che solo persone competenti possono affrontare a testa alta e senza rimorsi.

    • ma di quali veti politici sta parlando che Fagioli aveva maggioranza monocolore in consiglio comunale?

  8. Del declino di Saronno Airoldi è uno dei principali attori giacché è stato per cinque anni il braccio destro del sindaco PD dal 2010 al 2015 ed in precedenza consigliere comunale della Margherita.
    Pronto, Augusto? Ricordo bene?

  9. Per una Rinascita ” di Saronno occorre procedere per gradi. Dire che stiamo andando nella giusta direzione, molto resta da fare, l’inizio mi sembra positivo.Una Amministrazione si valuta alla fine del suo mandato, vedremo come sara’
    Saronno tra cinque anni , sicuramente molto diversa da quella visione ristretta e rinchiusa in se stessa ereditata dai precedenti amministratori.

  10. È piena di baby gang e di nordafricani che molestano i passanti , per non parlare dei cani fanno i loro bisogni sui marciapiedi e delle buche non sistemate dove un sacco di gente si rompe le ossa e spacca la macchina . Per non parlare degli impianti sportivi da età della pietra. Voto: 4

    • Certamente in 8 mesi la città è passata dalla Svizzera al terzo mondo…ma per favore

    • Scusa per sapere, ma sono i cani degli extracomunitari che lordano i marciapiedi? Poi hai ragione orde di suv che fanno quello che vogliono senza usare ne indicatori ne dando la precedenza e poi lordano anche loro i marciapiedi con la loro presenza….Airoldi dimettiti, rivogliamo la diarchia

  11. Finalmente mi sento ascoltata come giovane. Finalmente sento delle proposte interessanti. Finalmente intorno al sindaco ruotano giovani a cui viene lasciato spazio di fare proposte “coraggiose”.
    Speriamo duri.

  12. Bravo Sindaco! Un’analisi attenta e puntuale del già fatto e la consapevolezza di quanto resta ancora da fare. Avanti così. Noi sosteniamo lei e la sua amministrazione!!

  13. Parole parole parole …. amministrazione partigiana che non si occupa della città ma solo di ddl Zan e bischerate simili

  14. Peggio di FAGIOLI si può e anche velocemente! Vediamo alle prossime e vicinissime elezioni che fine farà !

  15. Si può essere peggio di Porro? Si può essere peggio di Fagioli? Record in pochi mesi peggio del peggio nel peggio

  16. Vorrei segnalare l’evidente degrado del Monumento in Piazza Unità d’Italia.
    Bandiera Tricolore sbiadita e rotta. Muretti del Monumento a pezzi.
    Dico che non é colpa né della presente Amministrazione né della precedente, ma é un problema che si trascina da tempo immemore senza nessun intervento di restauro.
    Se si vuole un Monumento che sia però tenuto a dovere altrimenti meglio non averlo.

  17. Dopo nemmeno 8 mesi Airoldi si autoloda e si autopromuove vantandosi del suo operato , dimenticando che i giudizi se buonni o cattivi li daranno i cittadini non Lui .
    L’ HUB tamponi non è stato tanto attivo , era già chiuso in aprile se un medico prescrive tamponi i saronnesi o vanno a Solbiate o in istituti a pagamento.
    L’Hub vaccini solo giovedi scorso 10 persone svenute per mancanza di sistemi di raffrescamento.
    Moltissimi Saronnesi costretti a vaccinarsi fuori Saronno perchè a Saronno Hub vaccini chiuso la domenica e capacità di vaccinazione insufficiente per Saronno e communi limitrofi , mentre quasi tutti i centri vaccinali lombardi aperti anche di domenica .
    Il cantiere di via Roma sta procedendo molto a rilento , un giudizio a fine lavori.
    Si sono dimenticati della cascina Paiosa, restata abbandonata , ma hanno fatto fare la vigna di cui non si sa chi se ne occuperà .
    Si sentono voci di lotte interne con i soci della coalizione e naturalmente tutto tace .

  18. L’Amministrazione Airoldi è partita col piede giusto e sta facendo cose nella direzione prevista dal programma elettorale che i cittadini saronnesi hanno votato. Avanti così senza curarsi di sterili e stupide polemiche fine a sè stesse. Ci sarà sempre qualcuno che si lamenta per una buca o per la maleducazione di alcune persone che non rispettano le norme di civile convivenza. Non mi sembra affatto sensato dare al Sindaco la colpa di tutto. I cittadini di Saronno sapranno giudicare quanto questa Amministrazione sta facendo di buono e utile per la città.

  19. Su queste pagine sempre le stesse cose, gli stessi commenti, da parte delle stesse persone. Quei 20/30 che passano le loro giornate a invasarsi di politica poi non li vedi mai quando c’è da fare qualcosa, soprattutto far fatica per sistemare le cose che non vanno.

    Nessuno ha la bacchetta magica. Anzi, visti i tempi, a nessuno basta un click.

    Ma di cose ne sono state fatte, eccome, e sono la base per un percorso che andrà valutato in 5 anni o forse 10, basti vedere com’è andata con Milano.

    Di certo – di certo – la realtà della nostra città non è più da anni orami quella che si legge sui social o sui commenti su Internet. È davvero molto molto lontana.

    • Dimettetevi , siete l’amministrazione dell ovvio. Non per nulla passate il tempo a dilaniarvi in lotte interne. Fate la bella faccia in giro e poi vi accoltellate alle spalle , saronno merita di più

  20. non abbiamo ripristinato la ZTL
    non abbiamo ancora attivato un intervento serio contro la cementificazione del territorio
    non abbiamo impedito che Saronno abbia 5/6 / 7 (ho oramai perso il conto) nuovi supermercati
    non abbiamo ancora fatto nessun intervento per la sicurezza stradale
    non abbiamo ancora fatto un serio recupero per Palazzo Visconti
    non abbiamo ancora fatto nessun intervento per favorire la partecipazione dei cittadini
    non abbiamo ancora fatto un intervento che sia nostro, tutti quelli fatti sono stati decisi dalla precedente giunta
    non abbiamo nessuna intenzione di cambiare la politica urbanistica degli ultimi cent’anni
    non abbiamo la ben che minima idea di come intervenire per favorire i giovani, lo sport, gli anziani soli, le persone sole, i ragazzini allo sbando,
    NON ABBIAMO PIU’ VOGLIA DI CREDERE ALLE SOLITE BALLE, se poi si costruisce, si favoriscono i soliti amici, si continua a costruire e a inquinare, si spendono soldi per favorire gli amici degli amici, si mettono pianoforti inutili nei centri vaccinali , che poi sono caldi e soffocanti e fanno venire malori, se poi si pensa che basta una fascia tricolore in chiesa per “fare” il xxv aprile
    insomma , di essere presi in giro non abbiamo più voglia. perchè poi ricordatevi che: se continuate così durerete altri 4 anni, ma poi i saronnesi vi cancelleranno dalla storia, perchè non basta essere antileghisti per amministrare bene una città come la nostra.

  21. Airoldi si dimetta . Saronno in 6 mesi è peggiorata. Si evince anche che Lei non è in grado di ricoprire il ruolo da Sindaco.

  22. È un’amministrazione di gente che dopo 8 mesi non si soppprta più ,anzi si detestano. Per questo non andranno da nessuna parte . PD incapace di gestire la situazione delle Liste litigiose e pronto a ingoiare di tutto pur di salvare le apparenze

  23. Bla, bla, bla infinito! … scommettiamo che fra cinque anni Saronno sarà come cinque anni fa, che era come dieci anni fa, che era come vent’anni fa.

  24. E’ talmente attrattiva Saronno che c’era in giro più gente in zona rossa che bianca.

  25. Fiato alle trombe! c’è ancora molto da fare?!? … ci sarebbe da iniziare, dopo sei mesi.
    Inizio a rimpiangere il “silenzio” di Fagioli, non so tra il non sentire nulla e il sentire una sacco di minkiate cosa sia meglio.

Comments are closed.