LIMBIATE – Proseguono gli accertamenti dopo il furioso incendio che si è verificato lo scorso fine settimana nell’area ex Snia di Varedo ed in particolare in un capannone dove erano stipati rifiuti; bruciando hanno creato fumo e puzza, percepiti anche a Saronno e nel Saronnese.

Fa sapere il Comune di Limbiate, che sta monitorando da vicino la situazione, che “sono in corso ulteriori verifiche e si prende atto che nel fine settimana la situazione dell’incendio è stata posto sotto controllo e monitorata costantemente dai vigili del fuoco.
Nelle operazioni di spegnimento, lo spostamento del materiale del capannone, in concomitanza con la depressione atmosferica causata dalla pioggia, ha causato l’abbassamento della nube di fumo. Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente, riconferma che non sono stati incendiati rifiuti catalogati come tossici. Le rilevazioni proseguono e i dati restano compatibili con un incendio di tale portata senza valori critici. Vale sempre il buon senso di tenere chiuse le finestre nei quartieri dove si percepisce maggior concentrazione di odore di bruciato”.
28092021

1 commento

  1. Nella puzza quali composto ci sono? Diossina forse? Policarburisailcasocosa?
    Si può essere, chiudete la finestra e tutto passerà!

Comments are closed.