SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera letta dal portavoce del centro culturale islamico di Saronno Latif Chridi durante la serata di saluto all’ex prevosto monsignor Armando Cattaneo nella struttura di via Grieg.

Carissimo don Armando,

grazie per tutto quello che hai fatto per creare e consolidare questo rapporto tra la nostra comunità ed i saronnesi, tra la nostra comunità e la città di Saronno, e per tutto l’impegno che ci hai messo in questi nove anni.

Con te abbiamo imparato, come comunità, che siamo noi a scegliere come vogliamo essere visti. Se desideriamo essere ben accolti ed integrati, dobbiamo lavorare in questo senso, cioè vivere la cittadinanza nel senso più ampio, vale a dire – ricordando i nostri doveri e diritti – partecipare, dialogare ed inventarci anche dei momenti per conoscerci meglio, come può essere bere un caffè insieme.

Grazie don Armando per avere aiutato la nostra comunità a seguire questa via ed a capire che due persone che si trovano nella stessa città devono per forza parlarsi, conoscersi, condividere per poter convivere nel modo migliore per entrambe.

Grazie don Armando per essere riuscito a trasmettere un valore molto importante: accogliere l’altro significa, desiderare il bene dell’altro e aiutarlo a trasformare la sua emarginazione in un sentimento di pace e di fratellanza.

L’ultima volta ti ho chiesto cosa avremmo potuto offrirti in questa occasione; mi hai risposto che il più grande regalo è proseguire con il progetto di aiuto alle persone bisognose di Saronno, promosso dalla Chiesa e dal Comune; perciò ti facciamo sapere che il centro ha deciso di partecipare al progetto e sarà sicuramente il regalo che la nostra comunità desidera fare a te.

Carissimo don Armando, ti ringraziamo ancora per aver avuto l’onore della tua amicizia.