SARONNO – Ieri Saronno ha ospitato la prima Criterium cittadino una corsa organizzata nell’ambito della Saronno bike weekend che ha trasformato una parte della città in un circuito e animato il centro con un villaggio di stand dedicato alle due ruote (QUI LA DIRETTA)

ORGANIZZAZIONE
Curato l’allestimento del traguardo partenza in via Milano e quello del palco in piazza Libertà dove si è tenuto il rituale del foglio firme. Annullata la gara femminile per assenza di partecipanti il primo via è stato alle 14,45 con una trentina di partecipanti mentre la seconda ha visto la presenza di 54 corridori per un totale di 21 squadre. Tanti gli addetti ai lavori e le autorità del mondo del ciclismo che hanno voluto essere presenti.

PERCORSO
I tre chilometri scelti come percorso hanno dato l’opportunità ai saronnesi di spostarsi lungo il tracciato, su cui sono stati anche posizionati delle protezioni in gommapiuma per proteggere i ciclisti, per godersi momenti diversi della gara dal passaggio in velocità sui rettilinei (via Caduti Liberazione e via Varese) alle curve a gomito apprezzatissime per la visuale quella del Municipio, dell’ex Telos e davanti a San Francesco. Molti anche gli appassionati che si sono concessi una visione dall’alto “sfruttando” il ponte della Vittoria in via Primo Maggio.
(tutti i video della gara)

RISULTATI
A vincere il primo Criterium di Saronno è stato lo scatenato Matteo Pinazzi della Biesse Arvedi. Per il ventenne di Parma una bellissima gara, con fuga a tre, poi raggiunto e poi a spuntarla al fotofinish nel gruppetto di corridori avanti a tutti gli altri nell’ultimio giro. Ha preceduto Matteo Fiaschi e Simone Piccolo, entrambi della agguerrita compagine della Viris Vigevano. In gara anche un saronnese Marco Ceriani della Pregnana che, reduce da un infortunio si è fermato poco prima del giro di boa dei 15 giri. Nella categoria “minore” e prima gara pomeridiana ha vinto l’argentino Omar Mendez che, da vero stakanovista, ha quindi partecipato anche alla successiva gara. La premiazione si è quindi svolta in piazza Libertà.

IL TRAFFICO
A partire delle 14,30 tutte le principali arterie esterne sono state paralizzate dal traffico. Decine di veicoli in coda in viale Lombardia ma anche arrivando da nord la situazione non è migliorata. Proteste e segnalazioni sono arrivate anche alla centrale operativa della polizia locale. A lamentarsi non solo gli automobilisti ma anche chi doveva prendere il treno che si è trovato rallentato nell’arrivo in stazione e in alcuni casi ha perso il treno.

per le foto si ringrazia Guido P. Rubino

7 Commenti

  1. Secondo me qualche cona non ha funzionato, scusate la critica, spero vi possa servire per la prossima manifestazione: la prima gara, quella femminile, è andata deserta. Nessuno ha contattato qualche squadra di quella categoria.
    Seconda gara poco più di una trentina.
    La terza gara doveva essere l’attrazione, con poco più di 60 atleti, dove il tanto pubblicizzato l’olimpionico Lamon non si è visto, con alcuni ritirati dopo pochi km. Se ci si ritira quasi subito in una gara senza salite, vuol dire che o si è una schiappa oppure si ha partecipato unicamente per far presenza in attesa di partecipare il giorno dopo alla “Coppa d’inverno” gara internazionale di Biassono (andare a dare un’occhiata e vedrete l’enorme differenza).
    Le gare migliori per elite e U23 si fanno alla domenica mattina, oppure infrasettimanali, basta guardare il calendario della FCI per capire che al sabato, di gare così non ce ne sono.
    Serviva una gestione della gara da parte di una società di Modena???

  2. Il confronto con la 3 valli è impietoso alla 3 valli RAI , giornalisti della gazzetta , atleti internazionali , disagio per la circolazione più limitato , quella di ieri ha bloccato per tutto il pomeriggio il centro cittadino , grandi difficoltà di traffico , inquinamento da code in forte aumento , partecipazione ciclisti e pubblico modesta

Comments are closed.