SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo intergralmente l’intervento con cui il capogruppo di Obiettivo Saronno, Luca Amadio ha presentato l’emendamento alla mozione presentata dalle opposizioni sul tema commercio

QUI LA DIRETTA DE ILSARONNO DEL DIBATTITO

QUI IL RIASSUNTO DELLA SERATA

Grazie Presidente e buonasera a tutti. Luca Amadio per Obiettivo Saronno. Questa sera come realtà civica cittadina siamo particolarmente felici di poterci esprimere in Consiglio Comunale, che ricordo essere l’organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo del Comune stesso, in merito ad un tema che riteniamo da sempre rilevante, ovvero il Commercio e le Attività Produttive.

Siamo meno felici di doverci pronunciare a seguito di una mozione presentata da ben tre forze politiche, seppur di opposizione, ma rappresentanti anch’esse della cittadinanza saronnese, e che esprimono un parere critico in merito. Dopo aver letto attentamente quanto espresso nella mozione, come Obiettivo Saronno abbiamo ritenuto opportuno presentare un emendamento che esprima nel merito la nostra posizione, indipendentemente dall’indirizzo politico che possa derivarne e con il rischio di una deriva a volte faziosa che non ci riguardano, ma con la volontà di essere il più oggettivi possibile, doverosa caratteristica per una Lista Civica, quale la nostra, che ha il dovere di portare in questo consesso la voce dei Cittadini, in questo caso dei Rappresentanti delle numerose Attività Commerciali e Produttive saronnesi, rendendole finalmente Protagoniste della nostra realtà.

Dopo un anno di attività amministrativa riteniamo che sia, oltre che plausibile, doverosa la volontà di espressione in merito a ciò che si è fatto, che si poteva fare e che si dovrà fare riguardo questa tematica, con la consapevolezza che la critica costruttiva debba essere strumento di condivisione e volontà di migliorare, e non giudizio dal quale trincerarsi senza possibilità di dialogo.

Obiettivo Saronno ritiene innanzitutto, come sin da subito espresso dapprima al Sindaco e successivamente anche alle altre forze politiche di maggioranza a cui apparteniamo, che nella gestione del commercio e delle attività produttive via sia un peccato originale: ovvero la decisione di raggruppare sotto un unico Assessorato le deleghe al Bilancio, patrimonio, partecipate, commercio e attività produttive, dando non solo l’immagine di un valore secondario al tema, ma obbligando l’Assessore di riferimento ad un lavoro che riteniamo estremamente impegnativo, affinché possa essere svolto al meglio, indipendentemente dalle qualità, dalla volontà e dalla professionalità di chi ricopra tale incarico.

 Questa decisione iniziale, successivamente confermata con la nomina del nuovo Assessore, causa le dimissioni del precedente, la riteniamo oltremodo infelice poiché è stata presa, come descritto all’interno dell’emendamento, “in un contesto storico senza precedenti, che ha penalizzato gran parte dei settori del commercio al dettaglio e delle attività produttive”, che, a nostro avviso, meritano un’attenzione maggiore da parte di un’amministrazione che ha il dovere di dare risposte chiare e definite, unitamente a soluzioni che permettano una svolta significativa.

 Questo nostro obiettivo di un cambiamento radicale per il commercio e le attività produttive cittadine non può trovare risposta nella sola riduzione del pagamento dei canoni sugli immobili ad uso bar-ristorante di tre mensilità, collegato al periodo di chiusura registrato con il secondo lockdown, nell’esonero del pagamento dei canoni dei dehors per l’anno 2020, nello sconto Tari per le attività commerciali e nel pagamento di parte delle luminarie.

 A nostro avviso il comparto commerciale cittadino, merita, come scritto nell’emendamento, di Progetti concreti di breve, medio e lungo termine, di coinvolgimento e condivisione fra Amministrazione, Assessorato, Uffici comunali di riferimento e Associazioni di categoria, di volontà di ascolto di tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale.

Per fare questo, e ci rivolgiamo direttamente al Sindaco e all’Assessore di riferimento, ci vuole coraggio e volontà, che siamo certi porteranno a risultati che noi tutti auspichiamo. Proprio per questo chiediamo ai colleghi appartenenti ai Gruppi Consiliari e al Consigliere indipendente di votare favorevolmente all’emendamento, che rispecchia le esigenze delle nostre realtà commerciali cittadine. Ringrazio per l’attenzione.

18 Commenti

  1. Obiettivo Saronno…la voce dei cittadini…per questo vi ho votato ! Continuate cosí !

  2. Bravo Amadio e brava Obiettivo Saronno…sará mai che forse la politica Saronnese sta finalmente cambiando ?

  3. Finalmente obiettivo Saronno si sta dimostrando quello per cui l’ho votata!
    Una vera lista civica che potrebbe fare sul serio la differenza per la nostra citta

  4. Bravissimo Luca, complimenti per l’impegno e coerenza che ci mette tutto il gruppo di Obiettivo Saronno

  5. Avete già fatto lo show ieri sera. Che ego sconfinato. Dopo il commercio Salverete anche Gotham City.

  6. Signor Amadio ritiene che se fosse lei l’assessore al commercio funzionerebbe tutto meglio?
    Guardi che non è la carica che fa, sono le idee… che mi sembra manchino a tutti.
    In questa situazione emergenziale, nulla è facile e mettersi di traverso non serve…

  7. #obbiettivocapricci

    il tutto per far ridere a crepapelle chi non ha mai fatto nulla per il commercio (la Lega)

  8. Singolare che queste critiche a quanto fatto per il commercio vengano proprio dal presidente della Commissione Commercio! E c’è pure chi lo vota? Complimenti, vi porterà lontano!

  9. Il solo e unico peccato originale commesso da questa Amministrazione Airoldi è stato quello di far salire sul carro del vincitore Obiettivo Saronno che è una costola della destra estrema, mimetizzata da un concetto di politica liberale che esprime più obiettivi personali a discapito della collettività. Le regole e gli accordi sottoscritti che equilibrano la ripartizione degli incarichi amministrativi in seno ad una coalizione stabiliscono i paletti entro i quali la lista o il partito deve attenersi. Se vi sono ambizioni disilluse, queste devono essere risolte in ambito politico della lista di appartenenza e non creare polveroni inutili.

  10. Se al ballottaggio ha votato il 48% dei votanti e l’attuale amministrazione ha preso il 60% dei voti, significherebbe che rappresenta meno del 30% dei cittadini e l’opposizione meno del 20%

    Ci può stare che non rispetta le aspettative della maggioranza dei cittadini.

  11. Vergognoso!!!!felicissimo di non aver mai preso in considerazione la possibilità dì votarvi

  12. 🤣😂🤣🤣😂🤣😂🤣😂🤣😂 ma mi faccia il piacere! Non sei manco in grado di scrivere un comunicato stampa

  13. Progetti dei quali naturalmente Amadio non declina nulla. Il solito bla bla bla di Obiettivo Saronno.

  14. Amadio sa fare solo opposizione a chiunque sia al governo. È bastian contrario in ogni situazione. E non credo abbia le capacità per costruire.

  15. Il bailamme creato e premeditato dalla lega nei tempi giusti con una mozione sul commercio locale e poi abilmente ritirata come se nulla fosse successo, fa parte di un percorso strategico dell’opposizione per scardinare una maggioranza dove vi è la presenza di elementi ai quali dei problemi cittadini poco importa. Ha invece fatto emergere un disagio all’interno di Obiettivo Saronno dove l’ambizione e l’arrivismo di volere qualcosa a tutti i costi trascende dai canoni politici abituali e porta a perdere quella credibilità surrogata durante la campagna elettorale. Stesso disagio può essere connotato tra le fila di PD e [email protected] per la superficiale attenzione riposta all’importanza della mozione e ai suoi effetti collaterali futuri di una votazione. Il confronto riservato in camera caritatis dei rispettivi ambiti politici potrebbe chiarire le idee a tutti.

Comments are closed.