SARONNO – “E’ una decisione politica”. E’ il primo commento di Novella Ciceroni ormai ex assessore ai Lavori Pubblici dopo che il sindaco Augusto Airoldi le ha ritirato le deleghe.

“La motivazione è politica e dettata dal modo di essere di Obiettivo Saronno che non è funzionale a questa maggioranza e al suo sindaco”.

Per Ciceroni la convocazione in Municipio non è stata una sorpresa: “E’ una decisione che non mi sorprende vista la situazione politica che si è creata. Obiettivo Saronno a breve fornirà la propria analisi dell’accaduto. Ma è chiaro che manchino i presupposti per una collaborazione con la maggioranza”

Per Ciceroni un pensiero a chi ha collaborato con lei: “Lo farò personalmente e in modo ufficiale ma fin d’ora credo sia doveroso ringraziare le persone con cui ho lavorato e collaborato in questi mesi a partire dai dipendenti comunali. Un grazie anche i cittadini con i quali si sono raggiunti buoni risultati che vedremo cantierizzati già nel prossimo mese”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

24 Commenti

  1. Chissà se si degnerà anche di spiegare alla Città come ha fatto a farsi “scivolare” via 4 milioni dalle mani??

  2. La decisione è obiettivamente giusta. Si è persa 4 milioni di euro ed ha ancora da dire,? Se il vostro obiettivo non era la scuola, cos’altro avevate in mente?

  3. …E’ iniziata la resa dei conti in giunta…Comunque Signora Ciceroni, che bagno di umiltà!!(commento ironico)

  4. bisognava aspettarselo. questi di obiettivo saronno non hanno digerito la sconfitta e pretendevano di comandare. ricordiamocelo alle prossime elezioni

  5. Si può desumere che la questione “Rodari” abbia avuto un certo peso.
    Da genitore di alunni della “Rodari” mi aspettavo quantomeno delle pubbliche scuse da parte dell’ex assessore.
    Ma non pervenute.

  6. Da cittadino saronnese, credo che l’ex assessore siano mancate le conoscenze specifiche della “materia”……non credo mancherà ai saronnesi.

  7. Scusi Cicerone allora perché se esistevano queste posizioni politiche non ha dato lei le dimissioni

  8. Cari saronnesi, quanta negatività nei vostri commenti. A ben pensarci non ho mai letto nulla di importante e significativo realizzato dalla dottoressa Ciceroni dal giorno in cui fu nominata Assessore ai Lavori Pubblici.
    Chissà che farà il successore.

  9. In 15 mesi 2 assessori cambiati e 5 consiglieri persi. Siamo sicuri che il problema non sia il bastone di comando?

  10. Praticamente sono stati usati per vincere le elezioni e poi ciao.

    Però come dovrebbe essere anche nel governo quando accadono queste cose si dovrebbe andare tutti a casa

  11. Sindaco Airoldi, decisione ineccepibile.
    Un solo rimprovero: l’ha fatto troppo tardi, adesso deve pure recuperare 4 milioni!

  12. Questa è la fotocopia della politica Italiana che pur di stare al comando è disposta a matrimoni di comodo fra partiti e movimenti di ideologie e progettualità diverse sapendo che tali alleanze non potranno durare!!

  13. la voglia di apparire non ha dato i frutti sperati, poi i 4 milioni x la scuola hanno fatto il resto

  14. Ma chi è questa? Ha raccolto le firme per l’ospedale prendendo in giro tutti, la sinistra è purtroppo un disastro , Airolidi è una vittima del.sistema politico del PD, partito che ha rovinato una Nazione. Spero miglioreranno le cose, non ne potevano più. Poi la politica si difende con le parole, i fatti veri rimaranno ben chiusi in un cassetto. Sputtanbarsi non credo sia una buona scelta, fare il mea culpa sarebbe la giusta cosa. La certezza è quella di vedere incapacità, Fagioli con tutti i suoi difetti di gran lunga meglio con una Giunta sicuramente più preparata. Come sempre per storia politica nel PD si litiga, mai coesi, Saronno ormai paese di periferia urbana, stranieri senza dimora, sporcizia da tutte le parti, mancanza di sicurezza, dalle 19,30 in poi coprifuoco , solo stranieri ed ubriaconi. Spacciatori, delinquenti, anarchici senza rispetto , c’è molto da lavorare a Saronno. Caro Sindaco non la invidio. Manca la concretezza, meglio gli alberi, gli ideali obsoleti, nulla verso un cambiamento di marcia progressista. A Saronno mancano i politici con esperienza, abbiamo ora un Comune deserto, tutti se ne sono andati in pensione ed altri non vedono l’ora. Quando questo succede, bisogna farsi delle domande. Quelli capace non si espongono più, hanno gettato la spugna, di giovani preparati ne abbiamo , non importa se di dx o sx, mettiamoli insieme , ormai chi crede più nei partiti, basta vedere chi li comanda per mettere le mani nei capelli. Un lista civica forte con giovani e qualche anziano equilibrato per esperienza e lealtà. Si può fare, cancellare il bigottismo , la mentalità paesana , riqualificare un paese che in passato era meta di tanta gente. Salvare l’ospedale non con le parole, fare quadrato in Regione tutti insieme , il popolo è sovrano non un Sindaco in questi casi. Tutti insieme non con una raccolta di firme, ma con un presidio permanente facendo muovere l’opinione pubblica, il Gabibbo.unico pupazzo creduto in Italia …visto come siamo messi. C’è solo una cosa importante da sottolineare , gli inciuci portano.a queste misere realtà. La destra è più concreta , mi dispiace dirlo da uomo ex sinistra, ora emarginato senza più ideali , sono stato tradito.

Comments are closed.