SARONNO – Stasera alle 21 si terrà il consiglio comunale aperto dedicato alla casa di riposo comunale Focris. Nel dettaglio la seduta è stata richiesta dalle minoranze (Lega, FdI, Fi) per affrontare il tema dell’aumento delle rette e del bilancio dell’Rsa dopo la segnalazione dell’ex candidato sindaco Sergio Giannoni che ha stigmatizzato anche la scelta dell’Amministrazione di non comunicare nulla in merito ai costi che sostengono le famiglie.

Non a caso la seduta si aprirà con la “relazione di Tommaso Mascarello, presidente del consiglio di amministrazione Fondazione Casa di Riposo Intercomunale (Focris) sui bilanci 2020, 2021 e previsionale 2022”.

In particolare saranno affrontate le “strategie economico-finanziarie del consiglio di amministrazione e l’aumento delle rette di degenza a partire dal 1° gennaio 2022”. Il presidente di Focris ha annunciato un ampliamento della sua relazione rispetto a quanto richiesto.


“A fronte dello stato di emergenza vigente a causa della pandemia da virus Covid-19 – precisa il presidente del consiglio comunale Pierluigi Gilli – per partecipare attivamente all’adunanza in remoto dal proprio domicilio, i cittadini interessati dovranno prenotare il loro intervento telefonico tramite Radiorizzonti, chiamando il numero 029602728.

Gli interventi dovranno avere la durata massima di cinque minuti e saranno ammessi nella parte di seduta dedicata alla discussione. Nella prenotazione, i cittadini dovranno inoltre indicare i propri dati identificativi, che saranno immessi nel processo verbale della seduta.

Per seguire la seduta, oltre al seduta play by play de ilSaronno, sarà disponibile la diretta video su https://saronno.civicam.it – www.radiorizzonti.org o in diretta audio su radio 88 FM, www.radiorizzonti.org, digitale terrestre canale radio 880.

6 Commenti

  1. Penso che la signora Giudici stia tralasciando dei pezzi importanti degli interventi. Come mai?
    L’imparzialità alla base di un buo servizio giornalistico.

    • Scrivere in tempo reale gli interventi impone ovviamente delle scelte. Tutti i consiglieri sanno perfettamente che se invitano il proprio intervento noi provvediamo a pubblichiarlo intergralmente con un articolo ad hoc.

  2. La focris non è una struttura comunale, ma una fondazione i cui soci sono vari comuni. Quindi non è solo Saronno a doversi far carico delle eventuali perdite

  3. Ma questi di Obiettivo Saronno sono scandalosi. Fino a qualche giorno fa elogiavano sindaco e come veniva amministrata la città, ora dicono tutto il contrario. Signori e signore care, avete amministrato insieme a loro, siete abbastanza incoerenti ed è evidente il vostro rancore, soprattutto personale…non state facendo il bene della città comportandovi così.

Comments are closed.