SARONNO – “Anni fa la mia professoressa di filosofia parlò della prova ontologica di esistenza descritta da Sant’Anselmo quasi dieci secoli fa: devo dire la verità non mi ha mai convinto, nemmeno nelle sue ripetute elaborazioni successive. Noto però che la nostra Amministrazione Comunale è pervasa da teologi finissimi che ripropongono l’approccio ontologico per la ZTL del centro città: in estrema sintesi la ZTL esiste perché esiste, e ciò non è contestabile a priori“.

Sono le parole del leghista Alberto Canciani che fa il punto a pochi giorni dalla chiusura definitiva della Ztl e dopo la presa di posizione di Ascom che sottolinea le perplessità dei commercianti sulla scelta dell’Amministrazione.

“Una ztl richiede inevitabilmente del traffico perché quest’ultimo possa essere limitato, ma se empiricamente rileviamo dove il traffico di Saronno si articola, non vedo affatto Piazza De Gasperi e le zone limitrofe, ma le vie di grande scorrimento ben note a tutti. Ma allora a che serve la Ztl?

Così l’amministrazione Airoldi, persevera, ed è un attimo passare dalla fine ma rigida teologia stradale, al talebanismo ad oltranza: infatti come dei provetti difensori della fede, pare che i nostri amministratori, vogliano allargare ulteriormente la Ztl. Il perchè è evidente: se una cosa è giusta in quanto tale, più è grande meglio è.

Quindi in barba ad ogni logica tecnica e realistica, rischiamo un bell’allargamento del traffico limitato con probabile riduzione dei parcheggi: una vera occasione per cittadini, clienti e commercianti per cercare soluzioni alternative a Saronno.
Per chiudere il ragionamento, è bene ricordare che i veicoli commerciali accedono inevitabilmente alla Ztl così come i residenti, giustamente, quindi cosa sarà mai la “chiusura totale” annunciata? A questo punto è inevitabile passare dal trascendente all’immanente e tramite il principio di realtà ipotizzare che il vero fine sia solo raccattare le sanzioni di coloro che incautamente transiteranno i varchi senza autorizzazione”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

12 Commenti

  1. Signor Canciani, il suo tentativo di coniugare dichiarazioni filosofeggianti allo scopo di proporre un’analisi apparentemente di ” alto livello ” ,fallisce clamorosamente nella conclusione delle sue dichiarazioni.
    Leghista è e leghista rimane! Ahimè!!

  2. Ma si dai parcheggiamo in piazza, San Cristoforo, Corso Italia così non è talebano…. scorribandiamo ovunque in auto…. Avete idee di città e di commercio di vicinato “vintage”… anzi vetuste!

  3. Anni fa la sua professoressa avrebbe dovuto consigliarle di visitare altri paesi (almeno europei)…..
    Avrebbe forse capito qualcosa in più!

  4. e meno male che l’amministrazione non ascolta questi personaggi siano essi leghiesti o commercianti

  5. Una polemica filosofica inutile. Appigliarsi a sottili ragionamenti per non constatare l’evoluzione commerciale di un borgo nato e strutturato a misura d’uomo e non di auto 0 veicoli vari, significa perdere del tempo.

    • Qualcosa non mi torna. Saronno nata per i pedoni? E io che da ragazzo camminavo sugli stretti marciapiedi di Corso Italia con le macchine che mi passavano a poche decine di centimetri, in che città ero?

  6. La risposta della Lega ad un comunicato blando di Ascom che sembra scritto apposta per far intervenire qualche partito.
    A distanza di anni non è dato ancora di sapere quale beneficio abbia dato l’apertura di alcune vie del centro di Saronno, francamente credo nessuno. Personalmente non mi verrebbe mai in mente di andare in auto in piazza della riconoscenza, cercare un parcheggio tra le anguste viuzze del centro per andare a far spesa nei negozi limitrofi. Mi spiccio più velocemente andando a piedi.
    Tra l’altro se proprio fosse un problema passeggiare per il centro trasportando un sacchetto ci sono una paio di soluzioni che possono essere messe in atto: consegna a domicilio. consegna al parcheggio, etc.
    La filosofia dovremmo tirarla in ballo per dibattere se per il commercio sia meglio avere un centro ben curato, vivibile e attrattivo o sia meglio un centro con le auto parcheggiate ovunque. Per capirlo andate a vedere la piazzetta riconoscenza.

  7. Abbiamo già ampissimi marciapiedi in via caduti liberazione , in via leopardi , in via ramazzotti , in via concordia , dove circolare in sicurezza a piedi , con passeggini o carrozzine …. la macchina dobbiamo lasciarla nei comuni limitrofi , prendere il treno , scendere a Saronno , utilizzare l’ascensore o le scale del sottopasso avendo cura di non disturbare gli inquilini che ci bivaccano e , finalmente , raggiungere il centro delle meraviglie che nel frattempo sarà stato reso attrattivo.

  8. Non ho capito se il Suo intento era quello di lanciare un appello ai cittadini o quello far loro una lezione di filosofia (magnificenza i suoi percorsi scolastici).
    In ogni caso, per usare un linguaggio meno articolato, Le dirò Canciani: “Non mi è arrivato né l’uno né l’altro”!

Comments are closed.