SARONNO – E’ successo giovedì 2 giugno mentre la città si era radunata in piazza per le celebrazioni della festa della Repubblica. Un uomo si è avvicinata ad un’anziana e le ha strappato la catenina dal collo e si è allontanato senza lasciare traccia. Un’aggressione che la donna ha denunciato ieri ai carabinieri con un dettagliato resoconto del gioiello strappato nella speranza che possa essere recuperato. Pochi invece i dettagli sul rapinatore. Il blitz è avvenuto molto rapidamente e la donna non è riuscita a vedere nulla del malvivente.

La notizia ha preso fatto il giro del quartiere. Anche perchè si tratta del terzo colpo. Il precedente era avvenuto lo scorso 11 maggio sempre nella stessa zona. L’uomo era stato colpito al volto con un pugno e poi gli è stata strappata la catenina. La vittima, che era dovuto ricorrere alle cure mediche, aveva presentato una formale denuncia ai carabinieri.

Prima ancora nella zona di via Ramazzotti, lo scorso 11 marzo era stata presa di mira una 64enne saronnese. La donna si era ritrovata una mano sulla bocca mentre uno sconosciuto vestito di nero e con la testa coperta da un cappuccio le strappava la catenina frugandole la borsetta per prendere anche il portafoglio.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

9 Commenti

  1. In soli due anni nel quartiere fronte stazione si è passati da una situazione delicata (come è normale che sia in una stazione da 7 milioni di viaggiatori all’anno) ad una situazione completamente fuori controllo con risse e scippi che avvengono in pieno giorno ogni settimana e nessun controllo. Come abitante della zona sto aspettando solo il momento di andarmene da Saronno visto che ho paura per me per mia moglie e per mia figlia tutte i giorni che torniamo casa …

    • Condivido pienamente. La situazione attorno alla Stazione e nelle vie circostanti è ormai fuori controllo ed è un pericolo per tutti, soprattutto per chi ci abita. I controlli delle Forze dell’ordine sono sempre più rari .

  2. Io mi rivolgo a tutti i sostenitori di Airoldi. Non pensate che questi fatti non vi riguardino perchè adesso succede a zona Stazione e Centro, domani questi crimini arriveranno ai quartieri “tranquilli” Prealpi, via Roma, etc. Quindi vi consiglio di rivedere a chi state dando fiducia, perchè si può avere valori di destra o di sinistra ma l’incapacità di questa amministrazione è sotto gli occhi tutti. La “sicurezza” non è un valore di destra o di sinistra. E’ intollerabile avere paura di tornare a casa e intollerabile non poter fare una passeggiata sereni nel nostro bel “centro”. Svegliamoci tutti quanti, non ci meritiamo di vivere cosi!

    • Penso che sia stato molto fortunato…. in 36 anni non mi è mai capitato di dover chiamare le forze dell’ordine…da inizio anno ho dovuto chiamare il 112 quattro volte per aggressioni di cui sono stato testimone… In due situazioni è arrivata solo l’ambulanza e non le forze dell’ordine… ormai è talmente ‘normale’ assistere ad una rissa in questa zona. La sera stessa o il giorno dopo gli aggressori stanno belli tranquilli a spacciare come se nulla fosse successo. Ma si può vivere così? Ma veramente da onesti cittadini ci meritiamo questo?

  3. Sinceramente dei dubbi mi vengono. Il peggioramento della situazione è oggettivo. Poi si può cercare di nascondere la verità. Ma il peggioramento è oggettivo

Comments are closed.