SARONNO – Torna sotto i riflettori, con una nota dei residenti, la vicenda del senso unico “a sorpresa” di via Emanuella. A marzo “senza nessuna informazione, senza nessuna motivazione o chiarimento i residenti di via Emanuella, arteria che collega via Vecchia per Solaro con via De Sanctis si sono ritrovati con un divieto di sosta su entrambi i lati della strada”.

Ecco la nota integrale dei residenti con cui spiegano l’accaduto negli ultimi 5 mesi e avanzano le proprie richieste all’Amministrazione

Ad ormai cinque mesi dall’arbitrario posizionamento del divieto di sosta su ambo i lati, la via Emanuella non ha ancora visto la risoluzione della faccenda.
Immediatamente dopo il posizionamento del divieto abbiamo raccolto le firme dei residenti di Via Emanuella (ben venti, solo due sono risultati irreperibili) con le quali chiedevamo la rimozione del divieto.
Convocati in Comune dall’assessore alla Mobilità Franco Casali ci era stato riferito che a seguito della lamentele di un unico residente – e sottolineo unico – che lamentava la difficoltà di passaggio dei pedoni per le auto parcheggiate, il Comune aveva dovuto apporre il divieto, senza sentire nessun altro parere e senza valutare l’oggettiva situazione della strada che ospita non solo residenti, ma anche attività commerciali.


A seguito dell’incontro il Comune ci ha proposto due soluzioni entrambi penalizzanti: una a senso unico ma che avrebbe restituito solo 7 stalli e avrebbe visto una corsia riservata ai pedoni; l’altra a doppio senso, con corsia riservata ai pedoni, ma senza alcuno stallo.


Ci è stato chiesto di risentire il parere dei firmatari e 16 su 20 hanno dato malgrado tutto preferenza al senso unico (oggettivamente penalizzante e con una sacrificata corsia per pedoni come accaduto già in Via San Michele), 1 al doppio senso e 3 sono risultati non reperibili.


Abbiamo inviato nuovamente la petizione con le preferenze espresse, sottolineando che però questa soluzione avrebbe penalizzato decisamente l’attività presente – per i quali si chiedeva una soluzione a deroga – che utilizzano molto il doppio senso, dato che hanno un deposito nelle vicinanze. Ad oggi non abbiamo avuto alcuna risposta su quanto deciso dal Comune: il divieto di sosta è rimasto invariato, il passaggio dei pedoni è minimo, mentre rimane un problema l’attraversamento della strada sulla quale le auto schizzano a grande velocità per raggiungere la Saronno – Monza: questo ultimo problema era stato riferito all’Assessore ed era stato chiesto il posizionamento di un dosso, al quale però l’Assessore si era dichiarato contrario.
Dobbiamo constatare invece che ultimamente sono stati posizionati altri dossi in città (Via Miola, piazza Unità d’Italia), dunque perché non in Via Emanuella?


Rimaniamo in attesa fiduciosi, ma ripetiamo che la soluzione ottimale, non solo per i residenti ma anche per tutto il circondario, sarebbe la rimozione del divieto e l’apposizione del dosso rallentante: in questo modo si salvaguarderebbero i pedoni, i residenti e le attività commerciali.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.