sergio giannoni SARONNO – “Volevo essere candidato in Regione per poter dare il mio contributo ma hanno voluto darmi solo un posto simbolico al Senato e così io non farò campagna elettorale e non andrò a votare”.

Schietto e senza peli sulla lingua l’ex candidato sindaco Sergio Giannoni rileva i retroscena della propria candidatura per la lista di Unione Padana. “La politica è sempre stata per me una passione e quindi la faccio solo quando posso farla al meglio. Se questo non è possibile non ho problemi a farmi da parte”.

Il saronnese contava in una candidatura alla Regione: ”Avevo trovato alcune persone che volevano condividere con me questo progetto ed invece per logiche del partito mi sono trovato candidato al Senato. Non è quello che volevo e ovviamente non è quello che mi sento di fare”. “Così – conclude Giannoni – ho deciso che anche se sono candidato non andrò a votare. Hanno fatto a meno della mia opinione quando hanno steso le liste potranno farne anche a me in campagna elettorale e persino il giorno delle votazioni”.

24012013

3 Commenti

  1. Il Cav. Sergio Giannoni è un’ottima persona che crede e difende valori d’alto profilo.
    Mi spiace che non possa dare il suo contributo in regione.
    A me, tuttavia, non dispiacerebbe come senatore.
    Sarebbe un’onore per Saronno.

    Capisco però anche le sue ragioni per cui non si voterà.
    Spero che però se i cittadini lo eleggeranno egli accetti comunque l’incarico.

    Mi sovviene un po’ il detto “Chi ha denti non ha pane e chi ha pane non ha denti”….

  2. Sarebbe stato sufficiente non firmare la candidatura senatoriale innanzi al Notaio…

Comments are closed.