SARONNO – Accusata di essersi allontanata dall’alloggio dov’era ai domiciliari, una giovane ed avvenente immigrata originaria del Kenya è stata condannata ad un anno e quindici giorni di reclusione. Per il suo avvocato, la donna soffrirebbe di problemi psichiatrici, che ne spiegherebero il comportamento talvolta aggressivo e spesso sconclusionato, ma la perizia disposta dal giudice Piera Bossi ha dimostrasto che al momento dei fatti la donna era capace di intendere e volere.

saronno tribunale esterno2

La straniera al momento della lettura della sentenza non era in aula: è stato riferito che da qualche tempo si è resa irreperibile.

030813