x

x

SARONNO – E’ Oriella Stamerra presidente di Rete Rosa a fare il punto della violenza contro le donne nel Saronnese così come è stata fotografata dal centro antiviolenza Rete Rosa nell’ultimo anno. L’occasione è stata l’incontro “Quella sera com’era vestita?” che si è tenuto ieri giovedì 24 novembre al cinema teatro Prealp dedicato al peso che viene dato all’abbigliamento nella formazione del giudizio. L’evento, organizzato nell’ambito degli appuntamenti per la giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, segue l’iniziativa di sensibilizzazione realizzata mercoledì dalla Questura in piazza del Mercanti.

La serata, frutto di una sinergia tra Comune, Rete Rosa e Rotary club Saronno, ha rinnovato un format che già aveva avuto un ottimo riscontro lo scorso anno. Relatrici della serata il vicesindaco Laura Succi assessore alla Pari opportunità, Piera Bossi gip di Busto Arsizio, Elena Maffi avvocato che collabora con Rete Rosa e Luciana Ceriani psicologa Rete rosa.

Proprio la presidente del centro antiviolenza ha ricordato come “la rete sia l’elemento fondandate per gruppo e del sostegno”. “Sono stati 82 nuovi accessi a Rete Rosa nel 2022 con presa in carico che supera il 60%. Vuol dire che la maggioranza delle donne che si avvicina per un momento di ascolto e accoglienza instaura con noi il patto ed inizia un percorso con tempi specifici. E del resto nessun caso negli ultimi 12 mesi è stato chiuso per abbandono e questo conferma la validità dell’intervento”.

A creare l’atmosfera la perfomance di Gabriele e Anna Sofia studenti del gruppo teatrale del liceo Legnani. Tra i presenti in sala gli assessori Ilaria Pagani, Francesca Pozzoli e Franco Casali con il sindaco Auguto Airoldi l’ex vicesindaco Valeria Valioni. Nutrita la delegazione di Rete Rosa e del Rotary Club saronnese guidato da Guenda Lazzaroni e dal moderatore della serata Massimiliano Fragata.

Intenso l’intervento di Piera Bossi gip di Busto Arsizio che prima di entrare nello specifico della tema della vittimizzazione secondaria “che spesso provoca fughe delle vittime che temono la pena del processo” ha ricordato come “la violenza non avvenga solo di notte in angoli bui e degradati della città” ma in realtà si presentino sempre “di mattina, di pomeriggio, di sera, sui luoghi di lavoro e i quelli di svago ma soprattutto dentro le mura di casa”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.