DESIO – Missione compiuta per il Dal Pozzo che ha travolto il Desio e si è qualificato per gli ottavi di finale di Coppa Lombardia di Seconda/Terza categoria. L’altra sera sul campo dei brianzoli Dal Pozzo in maglia nera e completo nero, Aurora Desio in completo blu e maglia arancio blu. Il Dal Pozzo ha schierato Islamaj, Osculati, Stefanizzi, Giannino, Algeri, Brizzo, Nardo, Borgatti (capitano), Dentici, Dezio, Daga. A disposizione di mister Borgatti, Ciriaco, Mura, Ranieri, Basilico, Savoia, Genovese, Cusato, Maiorino, Pietrzyk, per gli ottavi di finale di Coppa Lombardia, il traguardo più alto mai raggiunto in questi primi quattro anni di Frazione Calcistica Dal Pozzo.

La cronaca – Partita secca contro l’Aurora Desio, compagine relativamente vicina geograficamente che milita nel campionato di Terza categoria di Monza e Brianza girone B. In caso di pareggio si va ai rigori, dentro fuori, la classica partita che si prepara da sola. La cornice è quella ideale: tanta gente sugli spalti e grande tifo. Pronti via, Dezio parte dalla sinistra si mangia in velocità la difesa avversaria prova a scaricare il destro ma la palla rimbalza male sul più bello. Il campo è in pessime condizioni ed è difficile riuscire a fare un giro palla pulito. Ad ogni modo al 13’ l’asse Stefanizzi-Daga sfonda sulla sinistra, palla dentro su cui prova a fiondarsi Nardo, respinta che esce corta dall’area di rigore, arriva Giannino che senza pensarci due volte spara una rasoiata che si infila alle spalle del portiere che non abbozza nemmeno la parata: 1-0! Nonostante il vantaggio Dal Pozzo continuia a macinare gioco. Al 20’ l’ennesima progressione sulla sinistra consente a Dentici di provare il tiro da poco dentro l’area di rigore, ma il suo interno a giro esce abbondantemente alto sopra la traversa. Gli avversari poi alzano il baricentro, e al 35’ partono in contropiede gli attaccanti dell’Aurora Desio, al limite dell’area Algeri prova l’intervento ma prende in pieno il diretto avversario: cartellino giallo e punizione dal limite, deviata dalla barriera.
Pochi istanti dopo è Brizzo a meritarsi il cartellino per una entrata sulla tre-quarti a spezzare l’azione avversaria.

Il secondo tempo inizia con Maiorino al posto di Dentici. Al secondo minuto corner per l’Aurora Desio, palla che arriva in area e viene sparata alta da pochi passi. La partita continua sui binari della prima frazione di gioco, pochi spazi e difficoltà a giocare a due tocchi per le condizioni del campo. Per fare male servono le individualità, ed eccole che arrivano. Al 15’ Dezio riceve palla sulla sinistra, se la allunga ed entra in area, punta il diretto avversario, dribbling, tunnel, altro dribbling e rigore! Lo stesso Dezio si incarica della battuta, il portiere intuisce ma il tiro è forte a sufficienza per entrare ugualmente in rete: 2-0 e spalti che si fanno bollenti! Sulle proteste degli avversari arriva anche un’espulsione che mette il Dal Pozzo in superiorità numerica. Pochi minuti dopo, al 25′ contropiede ospite di Osculati, Borgatti salta il diretto avversario, palla a Giannino che nonostante il fallo di mano dell’avversario riesce a servire Nardo, cross dentro per Maiorino che riesce solo a spizzare, palla dentro l’area sui piedi di Dezio, se la sposta quanto basta e spara un terra aria che gonfia la rete: 3-0 e tifosi che impazziscono!

Al 30′ l’indemoniato Dezio riceve sulla nostra trequarti, legge lo scatto in profondità di Maiorino e lo serve con un cioccolatino, Maiorino viene trattenuto ma si divincola, il portiere esce altissimo a 35 metri dalla porta, Maiorino rientra per superare il diretto avversario e calcia di destro: palla che si insacca dolcemente in porta: 4-0, è finita.

Come va avanti – Dal Pozzo giocherà i quarti di finale il 7 marzo contro la Mocchetti di San Vittore Olona che si è imposta sull’Azzurra per 3-1.
Domenica torna invece il campionato, con la trasferta contro il Monguzzo, fischio di inizio alle 16.

Aurora Desio-Dal Pozzo 0-4
Marcatori: Giannino, Dezio, Dezio, Maiorino.

23112018

4 Commenti

  1. Da domenica prossima si va a vedere il Dalpozzo tanto l Fbc sparisce quantomeno c’è pubblico e folklore,un po meno buoni i gusti politici ma va beh…son ragazzi

Comments are closed.