SARONNO – Situazione in evoluzione ma tendente al “ribasso”, così si potrebbe definire il quadro dello scenario epidemiologico del coronavirus in zona. Che la diffusione dei contagi recentemente abbia segnato un calo è indubitabile, a tener alta l’attenzione sono quei casi “sporadici” segnalati anche ieri, +1 a Saronno, +1 a Uboldo, +1 a Cislago, +1 a Ceriano Laghetto restando in zona.

Ecco il quadro della situazione nella zona (tra parentesi il dato di ieri in caso di variazioni):

Saronno 233 (232)
Uboldo 19 (18)
Origgio 35
Caronno Pertusella 90
Gerenzano 28
Cislago 33 (32)

Rovello Porro 20
Rovellasca 25
Turate 56
Lomazzo 25
Bregnano 21

Solaro 64
Ceriano Laghetto 25 (24)
Cogliate 31
Misinto 20
Lazzate 41
Cesano Maderno 214 (213)
Limbiate 187 (184)
Barlassina 42

Tradate 119
Venegono Inferiore 20 (19)
Venegono Superiore 20
Castiglione Olona 19
Lonate Ceppino 18
Locate Varesino 6

Varese 307 (305)
Busto Arsizio 380 (376)
Gallarate 242 (239)

Nessun caso nella bassa comasca, +3 in tutto nelle Groane. Nel Tradatese un solo caso, +1 a Venegono Inferiore. Nel Saronnese in totale +2 casi, a Uboldo e Cislago. In zona, a Saronno +1. In Lombardia spicca proprio il dato della provincia di Varese, per quanto riguarda i nuovi contagi da coronavirus ieri. Il Varesotto, infatti, fa segnare un +41, fra i più “importanti” oggi in Lombardia; nella più popolosa Brianza +30 mentre il comasco si posta poco rispetto ai giorni scorsi, +14.

Si discute della riapertura fra regioni ma ieri un campanello d’allarme per la Lombardia, +354: il 68 per cento dei nuovi casi di oggi in Italia, vengono dal territorio lombardo. 

(foto: una immagine del centro di Saronno)

30052020