SARONNO – Cresce il patrimonio di Villa Gianetti: sono arrivate in questi giorni le due opere donate del pittore chiarista Francesco De Rocchi dai alcuni saronnesi alla città. Nel dettaglio sono arrivate “Natura morta” del 1952 e “Sotto il Monte la chiesa di Papa Giovanni” del 1960. I due quadri entrambi del valore tra i 5 mila ed i 9 mila euro sono stati donati all’Amministrazione comunale gli eredi della famiglia Carugati.

Esattamente 17 anni fa, il 2 giugno 2003, a Villa Gianetti era stata inaugurata una piccola collezione dedicata a Francesco De Rocchi, composta da 15 opere, cedute dagli eredi in comodato d’uso al Comune di Saronno, e da una parte degli arredi dello studio milanese del pittore. In questi 17 anni l’Assessorato alla Cultura ha costantemente valorizzato la collezione organizzando conferenze sulla pittura e l’arte, presentazione di libri sui Chiaristi e mostre di opere di De Rocchi. Ora la donazione dà nuova linfa allo spazio dedicato all’artista nella sede di rappresentanza di via Roma.

“E’ un tassello importante per la crescita culturale in città – spiega l’assessore alla Cultura Maria Assunta Miglino – l’atelier De Rocchi sarà completamente riallestito valorizzando questi nuovi quadri donati al Comune dando ai saronnesi la possibilità di aprire una nuova finestra sulle opere di questo artista che ha avuto i natali proprio a Saronno”.