CARONNO PERTUSELLA – Ospite oggi a “Match point”, la trasmissione sportiva di Radiorizzonti condotta da Agostino Masini, l’allenatore della Caronnese Roberto Gatti ha tracciato il punto di un avvio di stagione, in serie D, decisamente travagliato a causa dei tanti stop imposti dall’emergenza coronavirus, con moltissime gare rinviate. Ma ha anche espresso fiducia sulle potenzialità della sua squadra, “con diversi giocatori nuovi e tanti giovani, che da nostra filosofia. Non si è finora giocato molto, ma ci sono stati tanti rinvii. Abbiamo perso 1-0 contro il Bra che ora è primo in classifica, abbiamo battuto in casa un Derthona che poi ha fatto solo risultati positivi, ed poi c’è stata anche la bella prova e la vittoria coi valdostani del Pont Donnaz, ora terzi. Unico scivolone in casa contro il Chieri quando abbiamo dispostato la più brutta partita da quando sono a Caronno Pertusella. Può capitare. Adesso non vediamo l’ora di tornare in campo per i tanti recuperi”.

Una Caronnese un poco “Corno-dipendente”? “Il nostro capitano Federico Corno è il giocatore d’esperienza e riferimento della nostra squadra – ha risposto Gatti – Su di lui abbiamo costruito la squadra, è uno di quei “giocatori unici”, per caratteristiche e personalità”. Dopo un lungo stop, la Caronnese torna in campo mercoledì per il recupero contro il Varese.

Classifica: Bra e Pont Donnaz 13, Sanremese e Gozzano 12, Derthona 11, Imperia 9, Castellanzese. Borgosesia e Chieri 8, Saluzzo e Lavagnese 7, Legnano, Arconatese, Caronnese, Folgore Caratese e Sestri Levante 6, Vado 5, Fossano 3, Casale 1, Varese 0.

16112020