SARONNO – Fissata alle 11, rinviata alle 15, poi alle 15.30 e infine cancellata, sarò riprogrammata in data da definirsi: niente da fare oggi al diamante di via De Sanctis per la “bella” della semifinale scudetto del campionato italiano di softball fra le locali dell’Inox Team Saronno ed il Forlì. Vani tutti gli sforzi dei volontari saronnesi per rimettere in sesto il campo di gioco, in mattina allagato dopo il violento nubifragio abbattutosi sulla città attorno alle 9. E’ stato reso di nuovo praticabile per il pomeriggio ma proprio qualche istante prima del via un ulteriore forte temporale l’ha di nuovo allagato. E allora il trio arbitrale guidato da Gianluca Magnani ha mandato tutti a casa; ipotesi per il recupero, sabato prossimo.

La serie resta ferma sul 2-2 (si gioca al meglio delle 5 partite) dopo che nel corso della notte il giudice sportivo aveva ribaltato il risultato di gara 4, da 10-2 per le saronnese a 0-7 dopo il ricorso del Forlì che contestava una irregolarità, ovvero che Saronno aveva schierato la belga Noa Armirotto senza inserirla nell’elenco delle giocatrici in formazione che deve essere comunicato in federazione tramite pec prima dell’incontro. Una svista costata cara al Saronno.

(foto: pioggia battente, gli arbitri di Saronno-Forlì sono stati costretti a disporre il rinvio)

26092021

1 commento

  1. Siamo al solito, stavolta il cavilloso é il Forlì, speriamo che prendano una sonora batosta sabato prossimo.

Comments are closed.