LIMBIATE – Zakia Seddiki ha ritirato nei giorni scorsi il premio “Beato Talamoni” alla memoria del marito, l’ambasciatore Luca Attanasio. Il premio è stato conferito dal presidente della Provincia di Monza e Brianza, Luca Santambrogio, alla presenza dei genitori di Luca, a testimonianza dell’impegno sociale, dei valori morali e dell’esemplarità delle sue azioni.

La benemerenza viene assegnata annualmente dall’Amministrazione provinciale a cinque eccellenze del territorio che si sono distinte nel mondo dell’impresa, della cultura, dell’arte, del sociale, dello sport o in altri settori. Il consiglio provinciale ha inoltre decretato all’unanimità l’intitolazione all’ambasciatore Attanasio della nuova palestra del liceo scientifico e classico “Ettore Majorana” di Desio, istituto frequentato da Luca e luogo in cui si è svolta la cerimonia di questa mattina.

Attanasio, 44 anni, era morto la mattina del 22 febbraio. Originario di Limbiate, era nato a Saronno: era rimasto vittima, insieme ad un carabiniere, di un attacco da parte di persone rimaste tutt’ora sconosciute. A confermare la notizia era stata la Farnesina: alle 9 ore italiane il convoglio delle Nazioni Unite in Congo Orientale, era stato attaccato nei pressi della cittadina di Kanyamahoro. L’ambasciatore Attanasio viaggiava a bordo di un’autovettura insieme ad un carabiniere della scorta quando il convoglio dell’Onu è stato presi di mira da banditi, forse con l’obiettivo di rapire il personale delle Nazioni Unite. L’ambasciatore ferito, colpito da colpi d’arma da fuoco, wea morto durante il sequestro. Anche per il militare della scorta non c’era stato nulla da fare.

25102021