SARONNO – Intervistato da Angelo Volpi il sindaco Augusto Airoldi affronta le tante polemiche nate in città per la prima edizione della corsa Criterium realizzata all’interno della Saronno Bike Week.

Airoldi parte dalla dura nota di Andrea Busnelli presidente Ascom: “Il presidente dell’associazione commercianti ha segnalato pubblicamente un disagio dei suoi associati per le vie d’accesso alla città chiuse per la corsa ciclistica. Forse sorprenderà ma se io fossi stato io il presidente dell’Ascom avrei detto la stessa cosa. Perchè lui rappresenta e riferisce le istanze dei suoi associati. Io però sono il sindaco di Saronno non sono il presidente della benemerita associazione commercianti (con la quale collaboriamo e collaboreremo anche per il Natale). E il sindaco di Saronno deve avere una visione più di lungo periodo”.

Il primo cittadino fa un passo indietro e riassume i fatti: “Quando abbiamo deciso di ospitare la gara Criterium, che si tiene su un percorso cittadino come il gran premio di Montecarlo, eravamo coscienti che il sabato pomeriggio non sarebbe stato il momento migliore. Era però l’unico momento messo a disposizione dalla Federazione ciclistica. Eravamo di fronte alla scelta:perdere un anno o fare una corsa da numero zero per verificare la fattibilità anche per gli anni futuri. Abbiamo deciso di correre questo rischio cosa che ha comportato qualche ora di disagio per i nostri commercianti cosa che ci dispiace.

D’altra parte suggerisco di fare un’ulteriore riflessione. La Criterium si svolgeva, fino al 2019, a Milano ed aveva molti spettatori che l’andavano a vedere. Per questo motivo ha attirato l’attenzione della Rai che ha documentato la corsa e dedicato un servizio di oltre due minuti al TgR delle 19,30 il più ascoltato. Due minuti di servizio nel telegiornale della sera è un tempo infinito. Non ricordo quanti secondi venissero dedicati a Saronno quando si svolgeva la Tre Valli. E’ stato un momento di promozione molto significativo della nostra città al di fuori dei confini saronnesi. Tanto è vero che dopo questo servizio più di un imprenditore, più di una ditta specializzata del mondo della bicicletta ci ha contattato dicendosi disponibile a collaborare con noi per la realizzazione della Criterium del prossimo anno”.

A partire da questi fatti Airoldi tira le somme: “Con questo numero zero abbiamo raggiunto un obiettivo molto importante che ci permetterà il prossimo anno di fare un evento organizzato meglio ovviamente e non più di sabato pomeriggio. Muovendoci in anticipo (ed avendo un rapporto che va consolidandosi con la Federazione ciclista e con gli organizzatori) potremo collocarlo in un momento meno impattante per il commercio”.

Inoltre questa copertura permetterà ad un numero molto superiore di appassionati di venire a Saronno l’anno venturo per seguire la corsa. Una parte significativa dei moltissimi che si recavano a Milano per seguire la Criterium verranno a Saronno e questo andrà a giovamento del commercio cittadino. Potrebbe anche succedere, in funzione di come la organizzeremo, che una parte degli spettatori, dei corridori e dei tecnici restino a dormire a Saronno. Ma non solo. Criterium sta dentro una proposta sportiva molto più ampia: abbiamo dedicato una serie di eventi allo sport partendo dall’iniziativa “sport al centro” che ha portato in piazza associazioni e tante famiglie. Sono certo che anche da quest’iniziativa il mondo del commercio abbia tratto un significativo vantaggio

“Se la collochiamo dentro uno scenario complessivo, secondo me – conclude il sindaco – è stata un’esperienza che è stato opportuno fare quest’anno, pur con qualche disagio, che ci permetterà di fare meglio il prossimo anno e ci permetterà di guardare avanti. Se mi posso permettere invito il presidente Andrea Busnelli a guardare avanti con noi. Saronno è una città che cresce, che si sviluppa, che fa delle proposte nuove e che sicuramente vanno anche a vantaggio della categoria dei commercianti”.

30 Commenti

    • … si si e pure il Criterium con la 3VALLI. Ora ci manca la Strasaronno con la Maratona di NEW YORK, la 24×1 ora con la 24ore di LEMANS e il derby di calcio Saronno-Gallaratese col EL CLASICO!

  1. Saronno secondo le parole del Sindaco (che non esiste) va collocata proprio su un altro pianeta.
    Se la manifestazione non è più stata fatta a Milano, ci sarà pure un perché, non crediamo che Sala si lasciasse sfuggire un evento così importante (sempre a detta del sindaco che a Saronno non esiste) per farlo svolgere proprio a Saronno!
    Comunque sia, al diabolico perseverare nel riproporla anche in altra giornata che non sia il sabato, restiamo basiti sulle potenzialità attrattive dei fasti commerciali e pernottamenti: forse l’inesistente sindaco si confonde con ciò che succedeva con la Tre Valli, della quale RAI 3 non solo passava il tempo infinito di ben due, dicasi due minuti, al TG della sera come ha fatto per il criterium, ma riserva ampio e lungo spazio con dirette e collegamenti anche sulla testata RAI Sport, oltre a passare notizie e servizi sul Tg3 e non solo la sera.
    Per non parlare poi della carta stampata, dove la Tre Valli viene rilanciata su quotidiani come la Gazzetta dello Sport a tiratura nazionale, dove del criterium non viene data nemmeno notizia se non un trafiletto di 5 righe nelle ultime pagine.
    Ogni altra considerazione fatta dal signor Airoldi nelle sue dichiarazioni è di nessuna rilevanza, né per i commercianti, né per i cittadini né tanto meno per gli appassionati della bicicletta.

  2. Invece di pensare a queste cose di scarsa rilevanza e per di più che creano inutili disagi ai cittadini, perché non pensa di dedicare il proprio tempo e le proprie energie a rendere Saronno più sicura: incominci per esempio dal rave party di piazza mercato, perché non ne ha impedito lo svolgimento?

  3. Io a Saronno, non ci abito, ma sono costretto a venirci ogni giorno per prendere il treno per andare a lavorare.
    Accattoni, ubriachi, clandestini, scippi, rapine, spaccio di notte e di giorno in stazione, ma questi fatti che occupano ben più di due minuti al tg3, proprio non li vede il vostro sindaco e imperterrito ha la fissa della bicicletta?
    Ma questo signore è fa davvero il sindaco nella vostra Saronno? Vi do un consiglio, CAMBIATELO!

    • Che ci sia qualche problema in zona stazione soprattutto è vero
      Credere che un sindaco possa risolvere queste cose è utopistico, poiché competono alle forze dell’ordine
      Credere che sia il ghetto che lei descrivo è comunque falso
      Prenda il treno da un’altra parte o eviti commenti faziosi e palesemente assurdi.

      • Che ci sia ben più di “qualche problema” nella zona stazione è evidente.
        Altri sindaci si danno da fare per contrastare in prima persona queste situazioni. Il nostro invece è assente, minimizza i problemi e si dedica ad altre attività come il “criterium”

      • commento idiota. Invece di incentivare le persone ad usufruire della stazione di Saronno
        questo pirla cosa dice … vada da un’altra parte . proprio idiota, degno compare del sindaco assente

      • Il che non risolve i problemi della stazione di Saronno che sono evidenti a tutti, soprattutto ai saronnesi veri 🙂

  4. Bene migliorare, ma la bike week è stata comunque un’ottima iniziativa, che ha interessato la nostra città di ottime iniziative per un’intera settimana.

  5. Il buongiorno si vede dal mattino….
    Quindi il Sindaco conferma che il confronto con Ascom non c è stato e che ci sono stati pochi spettatori.
    Ci racconta la solita favola della promozione, attraverso un tg regionale ( quindi nessun altro servizio è stato fatto su media specializzati o alternativi alla tv generalista regionale? ) che raggiunge un pubblico parziale e di parte.
    Ci racconta la favola del futuro brillante, ricco e luminoso che ci aspetta grazie alla sua giunta.
    Chiaramente questo comunicato è indirizzato ai suoi elettori coscritti.

  6. Ma basta giustificarsi con i commerciali, la maggiorparte non vive a saronno e gli altri sono meno dello 0,001% della popolazione di cittadini saronnesi. Hanno stufato.

    • Che visione miope, il Commercio serve a mantenere viva la Città e quindi è nell’interesse di tutti! Ha mai provato ad immaginare il Centro cittadino senza di esso?

  7. Saronno città di provincia e si vede dal sindaco e dalla sua giunta, hanno una visione limitata e avvitata su se stessi Saronno merita di più devono solo ascoltare la città ed o sui abitanti e guardare oltre la siepe del proprio orticello

    • La maggioranza dei saronnesi la pensa diversamente, e in democrazia decide la maggioranza

  8. Sono perplesso sulle dichiarazioni del sindaco quando dice che” non si poteva perdere un anno per il criterium” però per la consegna della ciocchina si è potuto!!!

  9. Saronno è una città che cresce?!?!? L’unica cosa che cresce a Saronno è il numero di spacciatori e delinquenti

  10. Ah ecco perché ci sono ancora le transenne lungo il percorso, servono per il prossimo anno 🤣

  11. ni avete sempre da dire perché non andate anche a Montecarlo a dire qualcosa? Il giorno 28 novembre il Criterium lo fanno anche nel Principato di Monaco e allora cosa pensate?

    • Ma Lei ha letto chi sono i partecipanti al Criterium di Montecarlo? Li conosce? Sono nomi importanti nel panorama ciclistico. A Saronno su due ori olimpici invitati, uno ha preferito disertare nonostante i proclami del sindaco.

Comments are closed.