SARONNO – Un grazie all’ospedale di Saronno da Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia, in prima linea contro l’emergenza coronavirus: un elogio al nosocomio saronnese di piazza Borella è giunto pubblicamente, da parte di Gallera, nel corso della conferenza stampa del tardo pomeriggio di martedì via Facebook, da Palazzo Lombardia di Milano. “Grazie all’ospedale di Saronno che ha ospitato anche oggi un numero importante di pazienti!” le parole dell’assessore.

Recentemente l’ospedale di Saronno, che fa riferimento alla Asst Valle Olona (che gestisce anche le strutture di Busto Arsizio e Gallarate), si è riorganizzato per creare più posti in terapia intensiva, che sono passati dagli abituali 8 a 16; ed anche all’interno dei reparti per creare spazi ai pazienti covid-19 meno gravi.

(foto archivio: l’assessore regionale Giulio Gallera durante una visita nei mesi scorsi all’ospedale di Saronno, qui con l’esponente di Forza Italia, il saronnese Lucio Bergamaschi)

24032020

4 Commenti

  1. Quando hanno bisogno non si ricordano degli scempi che hanno combinato.
    Ora tutti il dito puntato su Giuseppe Conte, quando è da un ventennio almeno che la grande opera di privatizzazione della sanità si stava compiendo, scimmiottando modelli di altri stati che, guarda caso, stanno imbarcando acqua come una zattera nell’oceano in tempesta (Stati Uniti in primis, con buona pace di chi non ha un’assicurazione il cui premio ammonta a svariate migliaia di dollari annui)
    Si parla di circa 18000 posto letto in meno.
    Purtroppo tutti i nodi vengono al pettine.
    Renzi, Monti, Berlusconi, Letta, e la memoria poi non mi aiuta, ma altri in questa gloriosa lista andranno sicuramente annoverati.
    Ah, i gloriosi Leghisti, scusate, il cui odierno rappresentante cambia strategia come Luna Rossa appena cambia il vento.
    Tutti a battere cassa alle Regioni, che è il modo più facile per fare politica.
    Ospedale di Saronno da nosocomio di riferimento a luogo di fuga di decine di medici e infermieri.
    Mia personale opinione ma non penso di andare tanto lontano dalla realtà

Comments are closed.