SARONNO – “In giro senza mascherina o con la mascherina abbassata? Siete degli ignorantotti!” Parola di Mario Busnelli, vicepresidente dell’associazione onlus Saronno point, che nelle scorse settimane ha fatto la spola fra Saronno, Busto Arsizio e Gallarate per accompagnare malati ed infermi fra i vari plessi ospedalieri. Alcuni reparti del nosocomio saronnese sono stati infatti trasferiti negli altri plessi della zona per fare posto ai pazienti affetti dal coronavirus. Insomma, Busnelli l’emergenza l’ha vissuta davvero in prima persona e non gli va giù quel che ha visto in questi giorni: “C’e’ chi da per scontato che il Coronavirus sia ormai sconfitto. Non è così!”

Busnelli (qui a lato con un altro volontario, in servizip per il trasporto pazienti dell’ospedale) parla dello scorso fine settimana quando “ho visto enormi gruppi di ragazzi senza mascherine, senza distanze precauzionali. Credo che sia giusto punire in maniera esemplare questi stupidotti senza cervello. Mi dispiace dire così, ma purtroppo la realtà dei fatti mi induce a giudicare questi baldi giovani un poco ignorantotti. Se il covid vi acchiappa non sapete cosa vi aspetta, poi siete untori tra le vostre famiglie dove magari avete genitori o nonni di una certa età. Se aumenteranno i contagi per tutti noi sarà la fine, già siamo sul ciglio di un precipizio, voi state forzando la spinta verso il baratro. Del virus non sappiamo nulla, come si comporta e come si evolve, sappiamo solo che i numeri non mancano ed i ricoveri ci sono tutt’ora. Abbiate giudizio: la libertà è bellissima, però purtroppo ci sono delle regole, sicuramente stancati dopo tanto tempo, ma non possiamo fare nulla se non seguire le regole. Siate responsabili!”

(foto: una immagine del centro, schierate anche le forze dell’ordine per evitare gli assembramenti)

27052020

22 Commenti

  1. La mancanza di attenzione da parte di questa amministrazione comunale è evidente in quanto, con una certa superficialità, non ha ancora attivato in tempo reale alcun sistema di comunicazione autorevole verso i cittadini per informarli della grave pericolosità che questo virus veicola nell’aria che respiriamo, la sua azione devastante che compromette la vita di tutti senza distinzione di età e di comprendonio. L’immunità dal virus si acquista applicando alla lettera con educazione il distanziamento sociale e le protezioni autorizzate. Il comportamento di questi giovani scellerati che ignorano il pericolo a cui vanno incontro e che sottovalutano la situazione in cui siamo è da sanzionare obbligandoli a lavori umili e utili alla collettività.

    • Per cortesia basta parlare di dittatura. Si chiama buonsenso e intelligenza di capire che di fronte a una pandemia causata da un virus è necessario limitare al massimo le possibilità di propagazione.

    • ecco allora vattene la’
      oggi la lombardia segna da sola più della metà dei contagiati di tutta Italia.

  2. Sign. Busnelli sono daccordo con lei anche a me è capitato di vedere quello che descrive nell’articolo.
    Sono del parere che per questi individui se non bastano le sanzioni per renderli consapevoli di quello che fanno. Bisognerebbe passare ad altri sistemi più energici e convincenti. Ci sono le autorità preposte che agiscano immediatamente altrimenti il danno che procurano alla società si aggraverà a causa di questi imbecilli.

  3. Condivido tutto quanto detto da Mario e aggiungo che occorrono ferrei controlli anche negli spazi esterni collocati nei bar del semicentro e periferia, dove gli avventori stanno per ore facendo dopo le 18 l’happy hour e si sentono giustificati a non indossare la mascherina solo perché all’esterno e seduti al bar. NON È COSÌ!
    Non solo chi ha vissuto in prima linea come noi l’esperienza del covid deve adesso comprendere che ci vuole talmente poco per distruggere tutto quello che si è fatto fin qui. OCCORRONO PIÙ CONTROLLI sul rispetto delle REGOLE da parte della Polizia Locale
    Ciao Mario.
    Giuseppe

  4. Com’è che per la movida ci sono i controlli mentre x i delinquenti no? Comunque sotto il portico del carrefour spacciano alla grande. Nessuno nn fa nulla.

  5. Non è questione ne’ di Lugano ne’ di America: ogni Stato prenda le proprio decisioni e poi le proprie conseguenze. Il nostro Stato italiano seppur in qualche modo tutela la nostra salute – e non voglio più sentire dire che siamo sotto dittatura o in regime di proibizionismo perché Ci sono state delle Regole ferree. Anche questi che dicono così sono senza cervello al pari di chi gira senza mascherina (o al posto di una sciarpa sulla gola!)

  6. Busnelli ha ragione, sempre stato uomo di buonsenso, ricevo giornalmente suoi messaggi di aggiornamento e dell’operosita’ della Saronno Point. Meritevoli di essere un grande aiuto. Ottima l’iniziativa unita al Sil di Saronno gestita dal Sig. Dario Borghi, capire il momento e’ importante, e sapere come ci si deve comportare con il covid e’ essenziale per tutti. Spero tanto nel buonsenso civico. Ciao Mario, Anna.

  7. La dittatura e l’incapacità comunista sta uccidendo l’Italia e gli italiani. Poi festeggiamo il 25 Aprile.

  8. I report dell ISS sono molto chiari, non capisco tutta questa paura verso chi non porta le mascherine all’aperto su che assunti scientifici sia basata.
    L’immunità si ottiene prendendo il virus, non certo stando chiusi in casa e andando in giro con delle mascherine che, con questo caldo, si trasformano in colture di batteri.
    Così si diventa immuno depressi e quando a ottobre prossimo arriverà il nuovo virus ci butterà tutti giù come foglie secche.

  9. I report dell ISS sono molto chiari, non capisco tutta questa paura verso chi non porta le mascherine all’aperto su che assunti scientifici sia basata.
    L’immunità si ottiene prendendo il virus, non certo stando chiusi in casa e andando in giro con delle mascherine che, con questo caldo, si trasformano in colture di batteri.
    Così si diventa immuno depressi e quando a ottobre prossimo arriverà il nuovo virus ci butterà tutti giù come foglie secche.

  10. Ma quanti commenti censura ilsaronno? Farebbero prima a chiudere direttamente la sezione commenti.

  11. cmq tutti quelli senza mascherina solo solo danti ad un bar….non dico quale ma basta girare un po’,,,,

  12. La colpa è dei rumners, dei portatori di cani, dei bambini ai parchi sulle giostre, di chi usciva oltre i 200 metri da casa, la colpa è degli aperitivi dei pensionati, dei fidanzati, la colpa è dei perditempo in giro a portare a spasso il virus, la colpa è dei cinesi, ……. tutti giudici, tutti carnefici …. Mario chi ?

Comments are closed.