SARONNO – “Forza Italia è espressione di una cultura politica liberale, moderata, popolare. Non amiamo il confronto muscolare, partiamo sempre dalle competenze, prediligiamo il dialogo e la ricerca dei punti di incontro piuttosto che l’esasperazione delle divergenze”.

Inizia così la nota di Forza Italia Saronno che si inserisce nel dibattito sui toni della campagna elettorale scatenati dal comunicato stampa della Lega a cui hanno risposto [email protected], Con Saronno e Airoldi sindaco.  
 
“Può succedere che in campagna elettorale i toni si alzino un po’ ma il nostro impegno da qui al ‪20 settembre‬ e oltre sarà quello di mantenere il confronto in termini civili, di evitare gli attacchi ad personam, di privilegiare la ricerca del consenso partendo dai contenuti e giungendo a soluzioni il più possibile condivise anche sui temi più controversi. 
 
In politica chi vince governa e chi perde controlla: questa è la normalità della dialettica politica. Ma per il bene della collettività non si deve mai perdere di vista il rispetto delle persone e la ricerca di punti di convergenza con tutti”.

26072020

17 Commenti

  1. Silighini ha svegliato un partito morto sia sulla stampa che per le strade. Credo che a differenza della politica nazionale dove il partito di Berlusconi galleggia intorno al 5% in città ci sarà un risultato più alto 8-9%. Lo smarcamento dalla lega anche se alleati è una strategia vincente,le grida di Silighini “il mio candidato Sindaco è il programma” riecheggiano ancora nelle orecchie di tutti e di certo la Lega saronnese ha capito che questa volta se vincono girerà molto diversamente. Continuate così con moderazione e intelligenza sarete premiati. Bravo Luciano e bravo De Marco per la squadra.

  2. Apprezzo molto la chiara presa di posizione di Forza Italia. Dopotutto, venticinque anni fa, in occasione della mia candidatura a Sindaco di Saronno, la neonata Forza Italia, era stata la mia convinta sostenitrice. Erano i tempi in cui la Lega, a livello nazionale e locale, era la grande avversaria di Forza Italia, la stessa Lega era allora una “costola della sinistra”.
    Mi sia consentito esprimere, per quanto valer possa, una mia opinione: non è il posto naturale di Forza Italia essere accanto alla destra sovranista e, almeno a Saronno, anche secessionista. Va anche considerato il fatto che a Saronno, negli ultimi cinque anni, è stata di fatto “abolita”, a livello istituzionale, la parola “ITALIA”. E il Tricolore come è stato considerato?
    L’ odierna affermazione di Forza Italia, che invita a “mantenere il confronto in termini CIVILI”, è una evidente condanna del primitivo principio che stabilisce che la ragione è del più aggressivo.

  3. Benissimo, ma poi sostenete anche Raffaele Fagioli che di pacato ed equilibrato ha ben poco!

  4. Dovreste dirlo e convincere i vostri compagni di merenda (LEGA) visto che siete loro alleati

  5. Allora avete scelto l’alleato sbagliato.
    A meno che non vi faccia comodo per spartirvi la torta e le poltrone.

  6. Silighini sei tutti noi !!!! Guarda come svetta con la bandiera un faro per far uscire forzitalia dalla nebbia !! Avanti tutta

  7. Il gioco delle tre carte. Quale sia la carta di FI rimane nel dubbio per le scelte e le regole opportunità che si presenteranno al ballottaggio e chiedersi: sosteniamo la lega accettando il suo predominio o saltiamo su un altro carro amico?

  8. E come faccio a credervi se vi siete alleati con l’estrema destra.Spero che chi ha coscienza ci pensi bene per non farsi soffocare per altri cinque anni.

  9. Fino a che supportano il candidato innominabile della lega saranno all’opposizione. Devono smarcarsi dai fratelli fagioli & co. che rappresentano il peggio che ci si aspetta da una amministrazione di una citta’.

  10. La lega a Saronno è ancora quella vecchia di bossi, oramai il partito è cambiato e personaggi come fagioli o veronesi andrebbero allontanati dal partito.

  11. Ipocrisia all’ennesima Potenza, sia nelle azioni rispetto a ciò che si dichiara (no ad attacchi ad personam), sia nell’alleanza con la lega che si basa unicamente sull’unica possibilità che ha forza Italia di essere in maggioranza e salvaguardare i propri affari

Comments are closed.