SARONNO – Una doppia corona d’alloro al monumento dei Caduti saronnesi, sindaco e presidente del consiglio comunale senza fascia (ma solo al monumento), l’improvvisata di Anpi e del partigiano Aurelio Legnani, il presidio dell’assemblea antifascista con “Bella Ciao” e corteo in centro e le istallazioni con materiale di riuso. Sono alcune delle immagini del 25 aprile 2021 il secondo segnato dalla pandemia e quindi con alcune novità rispetto alle tradizioni saronnesi.

QUI LA DIRETTA

CERIMONIE UFFICIALI
L’Amministrazione ha previsto un programma ridotto rispettoso delle normative. Il sindaco Augusto Airoldi e presidente del consiglio comunale Pierluigi Gilli hanno partecipato con il gonfalone (e le rispettive fasce) alla messa delle 8,30 alla chiesa di San Francesco. Quindi alle 9,30 c’è stata la deposizione della corona al parco Salvo D’Acquisto e poi al monumento dei caduti saronnesi (in entrambi i casi senza fascia) con le autorità militari il capitano dei carabinieri Fortunato Suriano e il capitano della Guardia di Finanza Gaia Sorge.

L’INIZIATIVA
L’assessorato alla Cultura ha organizzato al cinema Prealpi un momento di approfondimento dal titolo “Saronnesi per la libertà” con l’assessore Laura Succi che ha intervistato Paolo Lazzaroni e condiviso testimonianze di Ivonne Trebbi e Aurelio Legnani. (QUI LA DIRETTA)

ANPI
La sezione cittadina “vista l’impossibilità di partecipare alla cerimonia ufficiale” ha deposto con alcuni attivisti e il partigiano Aurelio Legnani una corona sul monumento in piazza Caduti saronnesi alle 9.

PRESIDIO
L’assemblea antifascista ha organizzato dalla 10 un presidio in piazza Libertà con diversi discorsi che hanno spaziato dalla Resistenza al covid, dai problemi della sanità, al coprifuoco. Dopo aver cantato “Bella ciao” è partito il corteo che dietro allo striscione con lo slogan “Liberarci oggi è necessario come ieri” ha attraversato il centro storico (corso Italia, via San Giuseppe, via Verdi, via San Cristoforo per tornare in piazza Libertà). In piazza e in centro per tutta la durata del presidio che ha visto la partecipazione di un’ottantina di persone uomini e mezzi della polizia di stato e dei carabinieri. Anche il sindaco Augusto Airoldi ha fatto un sopralluogo. (QUI LA CRONACA DEL CORTEO CON LE MOTIVAZIONI DEL PRESIDIO)

INSTALLAZIONI
Solo per la giornata di oggi sono state esposte le opere di Isa Borroni in piazza San Francesco e in piazzetta Schuster dedicate al 25 aprile e al ricordo di Nuccia Pagani (QUI L’ARTICOLO DI PRESENTAZIONE)

POMERIGGIO
L’iniziativa del Pd con un tour, rispettoso delle misure anticovid, per lasciare un omaggio alle pietre d’inciampo e monumenti dedicati ai caduti per la libertà (QUI L’ARTICOLO CON LE TAPPE)

3 Commenti

  1. Chi ha autorizzato la manifestazione del xorteo???? Avevo capito male o non è stata autorizzata nessuna manifestazione????

  2. Ma il nostro sindaco ha dimenticato a casa la fascia tricolore? Ne abbiamo avute abbastanza di queste “estrosita’ ” nella precedente amministrazione!

Comments are closed.