SARONNO – I 4 milioni di euro in fondi statali “persi” dal Comune di Saronno per il rifacimento della scuola elementari “Rodari” di via Toti a Saronno stanno ancora facendo discutere in città. E intanto Regione Lombardia lancia un maxi bando per le scuole, che potrebbe fare il caso proprio di Saronno. Si tratta di una iniziativa curata dall’assessore regionale Fabrizio Sala, ex sindaco di Misinto.

Realizzare nuove scuole sicure, certificate, connesse, che offrano spazi di apprendimento innovativi, flessibili nell’uso e nel tempo, adeguati alle nuove modalità didattiche e alle esigenze dei docenti e degli studenti che le abitano questo: l’obiettivo del bando “Spazio alla scuola” di Regione Lombardia, rivolto ai Comuni che intendono realizzare progetti innovativi in scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado: progetti esemplari che integrino progettazione e didattica, apertura al territorio e sostenibilità. La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informatica Bandi On Line all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it a partire dalle 10 del 25 gennaio ed entro le 16 del 15 marzo.

60 milioni di euro per nuove scuole – “Con questa nuova linea di finanziamento – ha dichiarato l’assessore all’Istruzione di Regione Lombardia, Fabrizio Sala – superiamo la logica degli interventi parziali, perchè adeguare gli spazi esistenti alle previsioni normative è importante, ma non è sufficiente”. “È fondamentale oggi offrire a studenti e ai professori – ha aggiunto Sala – spazi di apprendimento moderni, certificati, connessi e funzionali”.

La linea riguarda infatti uno stanziamento di 60 milioni di euro, dal 2022 al 2026, destinato ai Comuni per realizzare scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado attraverso progetti esemplari di innovazione che integrino progettazione e didattica, apertura al territorio e sostenibilità. Grazie al Bando “Spazio alla scuola” i Comuni potranno ricevere un contributo a fondo perduto, fino a un massimo del 100% del costo progettuale, in rapporto alla tipologia di scuola e al numero di classi interessate dal progetto.

Giornata istruzione: grazie a studenti e personale scolastico – L’assessore Sala, in occasione della Giornata internazionale dell’Istruzione, ha poi voluto aggiungere un ringraziamento a tutti gli studenti e al personale scolastico. “Celebrare la giornata internazionale dell’istruzione oggi – ha concluso Fabrizio Sala – vuol dire ringraziare gli insegnanti, il personale scolastico, gli studenti e le famiglie che continuano a fare scuola ogni giorno, in un contesto ancora così difficile. Continueremo a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per sostenere l’impegno che il mondo della scuola sta vivendo al fine di dare ai nostri ragazzi l’istruzione che meritano”.

25012022