x

x

SARONNO – “Nessuno ha mai dichiarato che la Casa di comunità di Saronno, voluta da Regione Lombardia che ha operato in stretta collaborazione con Ats Insubria e Asst Valle Olona, sarebbe stata inaugurata entro il mese di settembre. Il programma di realizzazione dei lavori prevede l’attivazione dei servizi entro la fine del 2022 e quindi chi dice il contrario mente o è in malafede.  Fa sorridere l’atteggiamento di chi dovrebbe amministrare la cosa pubblica ma si presta a giochetti poco seri nei confronti dei cittadini, attaccando la Giunta Fontana sulla sanità lombarda e cercando maldestramente di prendersi i meriti per la realizzazione della struttura sanitaria”.

Così Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità e Politiche Sociali e relatore della riforma della sanità lombarda che ha previsto la realizzazione di Case ed Ospedali di comunità, in merito alla raccolta firme lanciata dalla Società della cura del saronnese per evidenziare i ritardi nella realizzazione del presidio territoriale di Saronno.

“La Casa di comunità che presto vedrà la luce – dichiara Emanuele Monti – sarà un servizio aggiuntivo per la popolazione e il suo obiettivo principale sarà quello di avvicinare ancora di più i servizi di base alle esigenze del saronnese. Nulla ha a che vedere con un presunto depauperamento, anzi, va proprio nella direzione opposta cioè di migliorare l’accesso al sistema sanitario e limitare le liste d’attesa. I tempi di realizzazione verranno rispettati e non ci sarà alcun ritardo sulla vera tabella di marcia”.

“Regione Lombardia ha creduto fortemente nella realizzazione della Casa di comunità di Saronno come in tutte le altre e lo ha fatto stanziando complessivamente 800 milioni di euro di risorse proprie, in netta controtendenza ai governi nazionali (tutti a guida centrosinistra) che negli ultimi dieci anni hanno tagliato 36 miliardi di euro per la sanità territoriale. Non sfugge a nessuno che le stesse forze politiche che hanno tagliato sulla sanità sono quelle che sostengono il Sindaco Airoldi”.

“La campagna elettorale è finita ma qualcuno pensa ancora a gettare fumo negli occhi ai cittadini, forse pensando già alla prossima tornata elettorale. Noi non ci scoraggiamo e continuiamo a rispondere con i fatti” chiosa Monti.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

8 Commenti

  1. Certo, se l’ospedale di Saronno versa in questa triste condizione non è colpa di Lega e Forza Italia, è colpa mia!
    Tempo scaduto, il 2023 è praticamente alle porte, la pediatria e tutti i reparti scippati da Busto non sono più tornati, mancano anestesisti, i milioni di euro promessi più volte per i lavori non sono mai stati spesi per adeguare l’ospedale, Saronno non è più un ospedale di primo livello, e la colpa è di Arici/Porfido/Galleta,/Moratti/Fontana, i nomi di queste persone sono ben noti a Saronno e nel saronnese.

  2. Ennesima figuraccia di Airoldi e di tutti quelli che nei vari commenti continuano imperterriti a difenderlo dando contro a prescindere all’operato di Regione Lombardia in tema di sanità.

  3. A parte che le case di comunità nascono in toscana e in Emilia Romagna, a parte cge i fondi dono delko ststo, a parte che la sanità pubblica in Lombardia e ststa distrutta da bou… A parte…. Fortunatamente le prossime elezioni fdi finirà di mangiarvi

  4. Egregio dr Monti, forse in mala fede sara’ Lei, dato che ritiene di avere il dono divino dell’ubiquita’e dell’omniscienza: Lei non era presente, io e il Sindaco si, ad una riunione interlocutoria con il Direttore sociosanitario di ASST Valle Olona, che ci ha comunicato l’apertura della Casa della Comunita’ di via Fiume per ottobre o forse addirittura per settembre. Giustamente il Sindaco ne ha dato comunicazione ai cittadini. Se poi tempi e programmi sono cambiati, nulla di male, ma nessuno ha ritenuto di doverne dare comunicazione all’Amministrazione e al Sindaco, che e’ anche alla guida dell’Ambito territoriale coinvolto. Incomprensibile la Sua invettiva in proposito, cosi’ come il titolo calunnioso che questo giornale ha ritenuto di dare al Suo intervento.
    Valeria Valioni
    Presidente Commissione sanita’ del Consiglio Comunale

  5. Certo che il sig. Monti ha un bel coraggio a pontificare, dopo una gestione a dir poco disastrosa della pandemia da parte di Regione Lombardia!!

  6. Monti siamo a ottobre 2022, per lei fine 2022 quand’e’ nel 2035?
    Chiedo per il cugino, visto le mille promesse per l’ospedale e i mila milioni di investimenti promessi da 8 e passa anni…

  7. La metamorfosi negativa dei consensi che la lega ha ottenuto alle politiche fa sragionare chi crede di avere ancora credibilità nel proprio elettorato. Le invenzioni attribuite ad altri soggetti politici sono il risultato delle illusioni che la lega ha propinato in Lombardia per la Sanità pubblica. La prossima campagna elettorale per le Regionali darà una sentenza che indicherà chi amministrerà in futuro il Servizio Sanitario lombardo.

Comments are closed.