x

x

SARONNO – “Sono assolutamente contrario alla scelta dell’Amministrazione comunale di non fare la notte bianca. Rinunciare a questo evento è come chiudere la porta in faccia commercio e i cittadini. Che senso ha girare tra i commercianti per ascoltarli e poi chiudere la possibilità di guadagno e intrattenimento per il pubblico?”.

Sono le parole di Michele Castelli, presidente di Assarcom che torna sul tema dell’evento che non si potrà tenere per motivi di sicurezza.

“Gia la chiusura della ztl provocherà non pochi disagi ai commercianti – rimarca – ci aggiungiamo anche lo stop alla manifestazione Notte bianca in un’estate in cui i commercianti hanno bisogno di occasioni per incrementare le entrate e la città di iniziative per stare insieme”.

E lancia un appello ai commercianti: “Non accettiamo passivamente la decisione dell’Amministrazione sulla notte bianca mettevi in gioco per ottenere quello che serve alla città”.

(foto archivio)

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn


04062022

36 Commenti

  1. Questi commercianti saronnesi privi di di proposte , che sanno solamente criticare ! Ma dove può andare un’associazione che non riesce ad essere propositiva, continuamente lamentosa e dalla mentalità ” vecchia ” arroccata sulle solite idee!
    Guardatevi intorno…..è ora di cambiare!

  2. non potete organizzare lo.stesso qualcosa senza passare dal.Comune ? Ci sono tante associazioni che potrebbero dare una mano a fare eventi

  3. Una lamentela scontata per chi è legato al passato della salamella e al modus vivendi finalizzato al solo beneficio temporaneo di un settore commerciale locale da ricostruire nella formazione degli operatori improvvisati. L’attività dovrebbe rispecchiare le tradizioni, le attrazioni, gli interessi, il gusto italiano di una clientela sempre più esigente ma competente ed è compito dell’operatore attivo aggiornarsi, aprirsi al futuro nel rispetto delle regole in vigore senza attendere la manna pubblica delle Istituzioni. Le sagre paesane nascono dalla collaborazione e dagli interessi comuni che esprimono i cittadini con la loro collaborazione.

    • Con questo pappone cosa vuol dire?
      Nulla
      Il vuoto cosmico, continui ad andare a fare la spesa nei supermercati.

  4. Il senso delle visite era chiaro. Sadismo chi chi sa che chiuderete e faccio finta di esservi vicino.

  5. In campagna elettorale dicevano di lottare contro i supermercati per favorire il commercio locale. Le promesse erano ben altre. Ci aspettavamo eventi a pioggia

  6. Città allo sbando in tutti i sensi.
    Prendiamo esempio dalle piccole realtà che ci circondano , poche parole.e tanti fatti!!

  7. La notte bianca era da fare
    Detto questo ormai a Saronno ci sono piu’ associazioni del commercio (che spesso le sparano e basta) che commercianti.
    Fatevi delle domande tra voi, su quanto siate realmente utili.

  8. Ma hanno spiegato quali sono i fantomatici motivi di sicurezza che ne impediscono lo svolgimento? O è solo una scusa per coprire l’incapacità di qualcuno?

  9. A cosa sono serviti tanti tour di Airoldi nei vari quartieri ?????
    è un pò difficile da capire ,se non per fare tante chiacchere e nessun aiuto concreto

  10. Ma veramente.si pensa che una notte di festa possa cambiare il destino dei commercianti saronnesi? Questa nenia sulla Notte Bianca è veramente penosa e poco convincente! Forse i commercianti saronnesi dovrebbero mettersi in gioco più attivamente per cambiare il loro destino, cercando di collaborare veramente con l’amministrazione e offrendo un servizio che attragga gente, e non attendere passivamente l’evento sporadico della Notte Bianca.

  11. Che senso ha?
    Se lo stanno chiedendo in tanti e soprattutto nel gruppo Airoldi!!! … il sindaco non esiste!!!
    del quale faccio parte e ne sono onorato.
    Colgo l’occasione per ringraziare il direttivo del gruppo per aver accolto la mia candidatura di partecipazione.

  12. Ma questi commercianti criticano e basta ! Oltre a voler spillare soldi al comune come delle sanguisughe! Fatele voi le vostre iniziative e non PRETENDETE dagli altri ! NULLA VI È DOVUTO, METTETEVELO BENE IN TESTA

  13. Questa signora parla a nome dei commercianti cinesi, o arabi , o pakistani? Perché sono la maggioranza rispetto ai quattro gatti italiani rimasti che rappresenta , io voglio il parere dei commercianti stranieri

  14. Sigrora Giudici lo scriva che i commercianti italiani sono una minoranza !

  15. Sig. Castelli, lei rappresenta una minima parte dei commercianti, quelli che cercano soldi e pretendono che il comune gli organizzi tutto, la maggior parte dei commercianti sono stranieri, il loro parere conta di più, è la legge dei numeri. Se vuol rendersi utile si adoperi per far tornare in attività i commercianti italiani

  16. Sig Castelli lei ha i soldi per la sicurezza ? Avete voluto la sicurezza? Si ricordi che Va pagata!!!

  17. La scelta di vietare la notte bianca è una atto di responsabilità, la sicurezza deve essere al primo posto. Bisogna imparare a rispettarla

  18. Purtroppo saronno è fuori controllo, la micro delinquenza legata alla droga dilaga e sarebbe impensabile mettere un poliziotto ad ogni angolo, perciò meglio non fare nulla che finire su tutti i giornali.

  19. Ci sono tanti commenti alcuni di tipo vendicativi sui commercianti, altri che la mettono sulla politica di avversari ,il mio parere che ci sono dei eventi annuali e giusto lasciarli anzi necessitano altri x il bene del paese visto anche l’importanza di Saronno che e sempre stato un punto di riferimento del circondario,qualcuno dice che ci sono molti commercianti stranieri mi dispiace ma con questo non bisogna bloccare delle belle iniziative già collaudate e che portono tanta gente a Saronno e comunque visto che i commercianti pagano le tasse e giusto che vengono ascoltati e che possono realizzare iniziative,tema sicurezza e ovvio che e di pertinenza dell’amministrazione e chi di dovere e si parla di ubriachi ce ne sono anche senza eventi ma vengono ignorati e comunque non sono da imputare ai commercianti perché ogni organo deve fare il suo dovere in merito ,certamente le associazioni devono essere più vicino ai commercianti e essere più coraggiosi quando ce da discutere con gli enti perché rivestire delle cariche e poi essere latitanti nei momenti di bisogno non trovo giusto comunque sono sempre disponibile a collaborare con tutti .

Comments are closed.